Home Cronaca Rissa tra colleghi con lancio di coltelli, residenti nel panico

Rissa tra colleghi con lancio di coltelli, residenti nel panico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:21
CONDIVIDI

Lancio di coltelli e tragedia sfiorata dopo una rissa scoppiata tra colleghi di una pizzeria. I residenti, allarmati, hanno raccontato l’accaduto. I due aggressori sono stati rintracciati a distanza di alcune ore

rissa lanci di coltelli tragedia sfiorata a Venezia

Centralino dei carabinieri inondato di telefonate, è successo lunedì sera. Raccontavano di persone che chiamavano e raccontavano di urla e di una violenta aggressione in una pizzeria in campo, tra tre persone. Una lite tra colleghi a fine turno sfociata in una rissa con lancio di coltelli e ferimenti all’arma bianca, secondo i primi risultati delle indagini dell’Arma che ieri mattina hanno denunciato due bengalesi per lesioni aggravate.

Tutto comincia con la chiusura turno in una pizzeria nel Veneto. I tre colleghi, due bengalesi e un iracheno arrivato da poco a Venezia, iniziano a litigare per qualcosa andato storto nel servizio. Gli animi si scaldano in poco nel retro dell’attività commerciale, mentre alcuni clienti, ignari, consumavano al bancone della pizzeria quanto avevano appena ordinato. All’inizio, tra lo stupore dei clienti, i tre bengalesi si limitano ad un acceso scambio di insulto, ma in un attimo i due bengalesi – coalizzati tra loro contro il collega orginario dell’Iraq – passano dalle parole ai fatti. L’iracheno, quindi, viene preso a calci e pugni, spinto a terra e poi diventato il bersaglio facile e preferito per il lancio di piatti, stoviglie e anche di coltelli.

Una tragedia sfiorata, rintracciati i due aggressori

Quando i carabinieri del Nucleo Natanti della Compagnia di Venezia arrivano in campo Manin, chiamati dalle insistenti telefonate dei residenti nella zona, trovano l’iracheno a terra e ferito nel retrobottega della pizzeria, mentre il titolare della pizzeria – anche lui bengalese ma del tutto estraneo alla rissa – nascosto in bagno per paura. Dei due aggressori, nemmeno l’ombra. L’uomo viene ricoverato con delle ferite superficiali da taglio sparse lungo tutto il corpo, episodio che poteva finire in tragedia.

Leggi anche –> Mario Morelli eletto nuovo presidente della Corte costituzionale

Leggi anche –> Scuola, sciopero 24 e 25 settembre: dopo elezioni probabile nuovo fermo

Immediate scattano le indagini per trovare i due fuggitivi bengalesi, rintracciati nella mattinata di ieri dai carabinieri che li hanno denunciati in Procura per lesioni aggravate per la rissa nata senza un motivo e che poteva costare fin troppo caro ad un loro collega.