Gf Vip, Fausto Leali chiama Enock “negro”: “Nero è il colore, negro è la razza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:05

Fausto Leali sarebbe finito al centro di una bufera a causa di un’uscita poco apprezzata all’interno della casa del Grande Fratello Vip. In un momento di dialogo con gli altri inquilini avrebbe pronunciato la parola “negro”, la cui inadeguatezza sarebbe stata sottolineata dagli altri inquilini. A quel punto Fausto Leali avrebbe continuato: “Ma dai smettila nero è il colore, negro e la razza”.

Fausto Leali - meteoweek.com

E’ bufera attorno alla figura di Fausto Leali, e soprattutto attorno alla sua recente uscita ritenuta fuori luogo. Durante un momento di dialogo con gli inquilini della casa del Grande Fratello avrebbe pronunciato la parola “negro”, riferendosi a Enock. Gli altri inquilini avrebbero ribadito il cattivo gusto dell’uscita, e a quel punto Fausto Leali avrebbe affermato: “Ma dai smettila nero è il colore, negro e la razza”. A quel punto Enock Barwuah, fratello minore di Balotelli, avrebbe precisato: “Però da casa ci guardano non deve passare sta cosa del negro, sennò diventa una cosa comune”. Una richiesta di correttezza che Fausto Leali in un primo momento sembra accogliere, tra la marcia indietro e l’ironia: “Assolutamente gli uomini di colore sono i bianchi”. Poi però rincara la dose: “Allora cosa devo fare con la canzone “Angeli negri”, la cancello?”. De Blank allora lo avverte: “Neri devi dire. Ora ti fanno la stessa cosa di Mussolini mo so c** tuoi”. Eppure Leali non desiste: “La canzone è nata anni fa che colpa nel ho io”. Insomma, tanti i tentativi, a voce quasi unanime, di chiedere a Leali di smettere di pronunciare quella parola ritenuta offensiva. Un fastidio percepito anche a casa, vista l’ondata di utenti social che ora pretende l’espulsione di Leali.


LEGGI ANCHE -> Attacco omofobo a Padova: aggredita coppia gay in pieno centro cittadino

LEGGI ANCHE -> Referendum ed elezioni, Conte: “Auspicabile partecipazione dei cittadini”


Enock Barwuah - meteoweek.com
Enock Barwuah

Fausto Leali sembra proprio tenerci a finire al centro delle polemiche per le sue frasi discutibili. Proprio di recente, infatti, sarebbe diventato protagonista di un’altra bufera, questa volta a causa di una presunta apologia del fascismo. Durante un momento di relax e di dialogo nella casa avrebbe affermato: “Se fai nove cose giuste e una sbagliata, la gente ti ricorderà solo per quella sbagliata. Prendiamo ad esempio Mussolini, ha fatto delle cose strepitose. Ha fatto delle cose per l’umanità, per le pensioni, le cose… Poi è andato con Hitler. Hitler nella storia era un fan di Mussolini”, avrebbe detto a Enock Barwuah, Pierpaolo Pretelli, Massimiliano Morra e Patrizia De Blanck. L’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, l’Anpi, avrebbe commentato a Adnkronos: “Non abbiamo nulla da dire, se non che conoscere la storia può evitare brutte figure“. Le frasi di Leali non sono sfuggite neanche in quell’occasione agli utenti su social, che avrebbero commentato in vari modi: “Leali ha fatto anche canzoni buone”; “Leali lo ricordo come un gran maschilista già dagli anni ’80. Bello scoprire che è pure fascista. #schifo”. Il cantante, a quanto pare, non vuole proprio accogliere il consiglio sul saper pesare le proprie affermazioni.