In scooter con volto coperto: sparano a un bagnante in spiaggia a Torvaianica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Un uomo presente sulla spiaggia di Torvaianica è stato ferito da due persone a bordo di uno scooter, entrambe a volto coperto. Il fatto sarebbe avvenuto alle 10:30 di questa mattina, domenica 20 settembre, nei pressi dello stabilimento Bora Bora. Il ferito è stato immediatamente trasferito in ospedale in eliambulanza. 

torvaianica sparatoria - meteoweek.com

L’aggressione sarebbe avvenuta questa mattina, 20 settembre, alle 10:30 sulle spiagge di Torvaianica, sul litorale romano, davanti allo stabilimento Bora Bora. Due uomini a bordo di uno scooter e a volto coperto avrebbero raggiunto lo stabilimento. Un uomo, entrando nell’arenile, avrebbe sparato a un uomo di origine albanese con precedenti penali. L’uomo, rimasto ferito dall’aggressione, sarebbe stato immediatamente trasportato nell’ospedale San Camillo di Roma in eliambulanza, e attualmente non si troverebbe in pericolo di vita. I due, intanto, sarebbero riusciti a fuggire. Il tutto sarebbe avvenuto davanti agli occhi attoniti dei presenti, in pieno giorno e davanti a centinaia di bagnanti. Sulle tracce degli aggressori, ora, i carabinieri della stazione di Torvaianica e quelli della compagnia di Pomezia. Lo scopo dell’indagine sarebbe ricostruire la rete di rapporti che collega la vittima ai due carnefici di una delle località balneari a sud di Ostia. Resterebbero ancora da scoprire, infatti, sia l’identità degli uomini in questione, sia il movente che li ha spinti a dare luogo all’attentato. L’ipotesi più plausibile, al momento, riguarderebbe un regolamento di conti per affari dai contorni davvero poco legali, molto probabilmente legati alla malavita romana. A surrogare questa prima ipotesi ci sarebbe anche il passato della vittima, non estraneo a rapporti con certi ambienti e carico di diversi precedenti penali alle spalle.



Sarebbero momenti concitati quelli che sta vivendo l’area romana. Nella notte, in via Paolo di Dono, nel quartiere Eur, un’altra sparatoria. Questa volta a causa di un tentativo di furto in un palazzo di uffici. Immediato l’intervento sul posto dei carabinieri del nucleo radiomobile che si sono recati presso lo stabile dopo aver ricevuto una segnalazione per la presenza di persone sospette. Stando a quanto riportato dai carabinieri, l’intervento sarebbe stato talmente rapido da riuscire a intercettare i ladri. Una volta introdottisi nel cortile condominiale, i militari avrebbero tentato di bloccare uno sconosciuto. A quel punto, la colluttazione, nella quale il sospetto avrebbe colpito uno dei due carabinieri al costato utilizzando un cacciavite. Il secondo militare, vedendo il proprio agente ferito, avrebbe sparato due colpi mirando all’aggressore, morto a causa delle ferite. Il bilancio dell’intera operazione conta quindi una vittima di 56 anni di origine iraniana, un militare ferito trasportato all’ospedale Sant’Eugenio, il complice del primo ladro dileguatosi durante gli attimi di confusione.