Parigi, trovato uomo torturato a morte in appartamento

Ieri sera la scoperta sconcertante nel diciannovesimo arrondissement di Parigi: in un appartamento è stato trovato un uomo torturato a morte. A riferirlo è stata una fonte della polizia. 

parigi uomo torturato - meteoweek.com
(Foto di Ludovic Marin, da Getty Images)

E’ sconcerto per la scoperta effettuata in un appartamento del dicannovesimo arrondissement di Parigi, dove è stato rinvenuto il corpo di un uomo torturato a morte. A riportare la notizia dapprima Le Parisien e poi la conferma da parte di una fonte della polizia. Sul caso si attendono ancora ulteriori aggiornamenti, ma stando a quanto riportato fino ad ora, la vittima sarebbe un uomo di origine asiatica e avrebbe impressi sul tutto il corpo segni di sevizie. Tra questi, anche buchi nei piedi, probabilmente procurati attraverso un trapano. A lanciare l’allarme, un vicino allarmato dalle urla provenienti dall’appartamento. I sospetti del vicino sarebbero poi stati consolidati anche dal rinvenimento di tracce di sangue sul pianerottolo. Al momento la vittima non è ancora stata identificata, ma si sta procedendo per esclusione: si è ormai certi che non fosse né l’inquilino né il proprietario dell’appartamento, stando a quanto riportato dalla fonte della polizia.


LEGGI ANCHE -> Corruzione agli ambulanti a Roma: in manette anche dirigenti comunali

LEGGI ANCHE -> Pacco bomba al presidente di Confindustria di Brescia, Giuseppe Pasini


Il caso richiama alla mente quanto avvenuto circa un mese fa, quando due pusher originari del viterbese, sono stati sequestrati e malmenati per giorni. In questo caso, però, nessuna morte: l’intervento della Polizia di stato ha permesso di bloccare il sopruso prima che si verificassero evoluzioni fatali. Durante l’operazione, che ha portato all’arresto di uno dei sequestratori, gli agenti si sono trovati di fronte uno dei rapiti rinvenuto in un garage abbandonato di Valle Fiorita. L’uomo si trovava legato ad una sedia con del cellphane e presentava diverse ferite in volto. Stando a quanto scoperto successivamente, la coppia si sarebbe messa “in affari” con una delle piazze di spaccio di Tor Bella Monaca. A quel punto le prime frizioni: la banda lamentava la mancanza di introiti, troppa droga da vendere per troppi pochi soldi. Poi il sequestro e le sevizie sull’uomo della coppia. Sfruttando un momento di distrazione, però, la ragazza sarebbe riuscita a fuggire dal garage per chiamare il 112. A quel punto l’intervento degli agenti.