Covid, salta il Carnevale di Rio per la prima volta dopo 100 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:36

La pandemia di Covid fa saltare il Carnevale di Rio: l’evento non era mai stato annullato dal 1912. La speranza è nel vaccino. Si temono gravi ripercussioni sull’economia del Paese.

carnevale di rio covid
solitamente piena di artisti intenti ad allenarsi, a settembre 2020 la “quadra” è desolata – foto via AP

La nuvola di incertezza che aleggiava in merito al Carnevale di Rio de Janeiro, a causa chiaramente della drammatica pandemia di coronavirus, si è infine concretizzata in una decisione ufficiale: la consueta sfilata di febbraio quest’anno non si terrà. E se tale decisione è stata definita come un rinvio dell’evento, pare però che al momento non sia stata fissata alcuna nuova data.

Secondo quanto riportato da Assiociated Press, questo rinvio “sine die” del Carnevale più famoso del mondo è un evento storico di particolare importanza: bisogna andare indietro nel lontano 1912 prima di riuscire a trovare un precedente.

Il Covid mette in ginocchio anche il Carnevale di Rio

Il carnevale è una festa da cui dipendono molti umili lavoratori. Le scuole di samba sono vere e proprie istituzioni comunitarie, e le sfilate sono solo un dettaglio di tutto questo mondo”, ha spiegato in un’intervista Luiz Antonio Simas, storico specializzato nel Carnevale di Rio. “Un’intera catena culturale e produttiva è stata interrotta a causa del Covid“, ha infine sentenziato.

E a rincarare la dose è stato anche un altro intervistato. “È stato un duro colpo. Viviamo il carnevale tutto l’anno e molte persone, quando hanno capito che tutto si sarebbe bloccato, hanno cominciato ad ammalarsi o a deprimersi”, ha infatti spiegato ai giornalisti Diogo Jesús, ballerino principale e “maestro di cerimonie” nella scuola Mocidade. “Il carnevale è la nostra vita“, ha poi continuato, raccontando che adesso, per vivere, si è trovato costretto a vendere mascherine chirurgiche e a lavorare come tassista Uber.

Del resto, il Brasile è uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia, tanto che conta oltre 4,6 milioni di casi di Covid-19 e 139.808 morti. Nella giornata di ieri i dati ufficiali registravano 32.817 contagi e 831 decessi in sole 24 ore. E le stesse scuole di samba, che lavorano tutto l’anno alla preparazione del Carnevale di Rio, avevano già messo in guardia l’intera comunità: la tradizione non può continuare senza prima aver accesso a un vaccino.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


L’annullamento della parata del carnevale a data da destinarsi priverà lo stato di Rio delle entrate turistiche tanto necessarie per il Paese. Lo scorso febbraio, poco prima del caos mondiale, l’evento aveva infatti attirato 2,1 milioni di visitatori, e generato un fatturato di circa 725 milioni di dollari. Preoccupanti e reali, dunque, le gravi ripercussioni che una decisione del genere possa provocare sull’economia nazionale.