Trump: “Il Coronavirus ricorda l’Italia, ma arriva dalla Cina”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:31

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump avrebbe pronunciato questa frase a Jacksonville, durante un comizio elettorale. Nel frattempo il candidato repubblicano alle prossime elezioni torna a fare leva sul numero di americani contagiati.

trump
Donald Trump – meteoweek.com

Donald Trump torna a scivolare su una proverbiale buccia di banana. E il tema che ha visto inciampare l’attuale presidente degli Stati Uniti continua a essere la pandemia di Covid-19. Un problema che sta mettendo in ginocchio il mondo intero, con decine di migliaia di nuovi casi ogni giorno e con l’Europa che torna a tremare. Basti pensare a ciò che sta accadendo in Francia e in Spagna in questi ultimi giorni, con la nuova impennata di nuovi casi di positività. Ma Trump sembra non capire la situazione, stando alle dichiarazioni che ha appena rilasciato.

Donald Trump sta proseguendo la sua campagna elettorale in vista delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. La sfida senza esclusione di colpi contro il candidato del partito democratico Joe Biden prosegue senza sosta da una parte e dall’altra. E così, il candidato dei repubblicani ha deciso di transitare da Jacksonville per proseguire il suo viaggio alla ricerca di consensi per poter rimanere alla Casa Bianca per un altro mandato. In questo caso, però, Trump ha rilasciato alcune dichiarazioni a tema Coronavirus, che non possono essere ignorate.

Donald Trump non molla – meteoweek.com

Il presidente uscente degli Stati Uniti ha detto la seguente frase, davanti alla folla che lo acclamava: “Alcuni lo chiamano coronavirus e questo fa pensare ad un luogo magnifico in Italia, ma non è arrivato dall’Italia bensì dalla Cina”. Chiaramente, l’intento di Donald Trump era quello di sferrare un nuovo attacco al Paese asiatico. Tuttavia, questo coinvolgimento non richiesto nei confronti dell’Italia fa chiaramente storcere il naso, considerando che il nostro Paese non ha mai dimostrato particolari problemi, se non quelli avvenuti in primavera con il lockdown che ha però accomunati diverse realtà in giro per il mondo.

Leggi anche -> Coronavirus, la Svizzera inserisce la Liguria nelle lista delle zone rosse

Leggi anche -> Silvio Berlusconi è ancora positivo al Covid: non festeggerà i suoi 84 anni

Donald Trump, nel corso del comizio elettorale che si è svolto a Jacksonville, ha comunque fatto leva anche sull’alto numero di persone attualmente contagiate negli Stati Uniti. E così, parlando di un fenomeno che lui stesso è tornato a definire “virus cinese”, ha sottolineato che ci sono ancora milioni di suoi connazionali costretti a convivere con questo male difficile ancora da sconfiggere. Ma in risposta al suo avversario Joe Biden che aveva fatto capire che potrebbero essere prese delle nuove misure, Trump replica: “Noi non chiuderemo nulla“.