Bullismo e umiliazioni: Tina non fa più ridere | È questo l’esempio da dare ai giovani?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:43

Tina Cipollari è la regina indiscussa di Uomini e Donne da anni. Il suo modo schietto e diretto l’ha resa popolare, ed emblematica rimarrà la frase “Maria io esco”. E’ sempre stata amata e apprezzata per le sue opinioni forti e per i suoi siparietti comici, ma oggi è ancora così? E’ ancora un esempio di verità o è una donna che si diverte semplicemente a umiliare e deridere?

Uomini e Donne..quale educazione?

Quest’anno Uomini e Donne si rinnova, un po’ per il calo degli ascolti un po’ per il Covid-19, ma se i personaggi in cerca d’amore cambiano, gli opinionisti restano. Ciò che non è cambiato affatto è la diatriba che vede coinvolte Tina Cipollari e Gemma Galgani, ma se prima erano per lo più sketch comici adesso è più un massacro contro i più deboli.

Nelle ultime puntate si nota come i toni siano diventati più aggressivi e umilianti da parte dell’opinionista storica contro una donna pur sempre di 72 anni. Tutto ciò diverte veramente il pubblico a casa? Sicuramente la risposta è affermativa, dato che neanche la padrona di casa, Maria De Filippi, muove un dito. Questa non vuole essere una difesa nei confronti di Gemma, che nonostante le aspre critiche fuori e dentro lo studio, decide comunque di rimanere, ma un dibattito su se e come Tina rivesta ancora un ruolo di ‘sincera voce fuori dal coro’ oppure un esempio di maleducazione e cattiveria immotivata.

Tina Cipollari un esempio da abolire?

Uomini e Donne è uno dei programmi più visti e soprattutto seguiti dai giovanissimi, che assorbono come spugne tutto ciò che la televisione propina loro, tante volte con poco senso critico. Per questo, una domanda sorge spontanea: il personaggio di Tina che ruolo ha e che insegnamento può dare? Ogni pomeriggio si assiste ad atti di bullismo, body shaming e di zero solidarietà femminile con protagonista nella maggior parte delle volte proprio lei.

Siete sicuri che questi siparietti facciano ancora ridere? Siete sicuri che la televisione non c’entri, in alcuni casi, con quegli episodi tra i giovani che tanto ci indignano? Chi ha la fortuna di poter parlare su reti nazionali, chi può dar voce a messaggi positivi non è giusto che lo faccia anche a discapito degli ascolti? Tina per molti anni è sempre stata una donna piena di vita, pronta alla critica ma senza umiliazione, sincera ma mai cattiva ora ci si trova di fronte una realtà assai diversa e ormai non fa’ più ridere. Maria, da vera padrona di casa, invece di abbassare microfoni, ammonisci: C’ è sempre gente che guarda.