Proponeva rimedi fasulli al Covid e al 5G: denunciato “santone” del web

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:39

Denunciato il santone di Petriolo (Macerata): vedeva su internet piramidi, dischi e altri oggetti spacciati per “miracolosi”, e in grado di proteggere dal Covid-19 e dai campi magnetici del 5G. 

denunciato santone del covid e 5g
foto di repertorio, via Commissariato PS – denunciato il santone del Covid e del 5G

Approfittava dell’ingenunità delle persone per proporre loro metodi “alternativi” e chiaramente fasulli contro il Covid-19 o i campi elettromagnetici della tecnologia 5G (ma anche 6G). Rintracciato un uomo residente a Petriolo, che tramite sito internet e social network aveva avviato un’attività per la quale vendeva oggetti e “strumenti energetici” non meglio identificati. Scattata la denuncia per i reati di pubblicazione e diffusione di notizie false, esercizio abusivo della professione e rivelazione di informazioni inerenti un procedimento penale.

Vendeva “strumenti energetici” contro il Covid e il 5G

A portare il caso all’attenzione dei media è stato Il Resto del Carlino. Come riportato, le indagini sono state condotte dalla polizia postale e delle telecomunicazioni, alla quale sono pervenute alcune denunce in pieno lockdown. Alcuni cittadini, infatti, hanno segnalato alle autorità le stramberie pubblicate dall’uomo, che attraverso la sua pagina Facebook vendeva piramidi e “strumenti energetici” (medaglioni, dischi, e altro ancora) a detta sua in grado di garantire protezione contro l’infezione da Covid-19 e contro i campi elettromagnetici della tecnologia 5G e anche 6G.

Soltanto in alcuni post, pubblicati sulla pagina social, il santone avrebbe specificato che gli strumenti non avevano alcun tipo di funzione curativa, mentre in altri le descrizioni erano facilmente equivocabili, tanto da spacciare gli articoli come miracolosi. In pratica, il truffatore dichiarava che oggetti del genere avrebbero garantito, oltre che la protezione dalle malattie, anche l’aumento dell’energia personale. Tramite “imposizione delle mani, il carico e scarico di cristalli e monili energetici, l’energizzazione dell’acqua e di medicamenti come i fiori di Bach”, era infatti possibile ottenere “lo sviluppo della consapevolezza e per la produzione dell’intento personale”. Inoltre, pare fosse anche possibile “inserire il Dna personale” – funzione affatto chiara e non spiegata dal santone.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Alla lettura di questi annunci, e dopo aver verificato la reale attività di vendita avviata dall’uomo, gli agenti lo hanno quindi convocato per ottenere delucidazioni. Davanti gli inquirenti, il santone avrebbe risposto di aver perso il lavoro di venditore ambulante e di essersi per questo dedicato alla sua nuova attività, frutto però di lunghi anni di ricerche. Spiegazioni, queste, che non hanno convito la polizia, tanto che dopo la segnalazione per esercizio abusivo della professione medica e per la diffusione di notizie false, è scattata nei suoi confronti anche una denuncia. Reato contestato, aver rivelato i dettagli di una inchiesta penale. Il fascicolo, nel frattempo, è stato portato in Procura.