Maltempo, trovato un cadavere tra i detriti su una spiaggia a Sanremo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:38

Senza tregua l’ondata di maltempo al Nord Italia: nelle prime ore di questa mattina è stato ritrovato un cadavere tra i detriti della mareggiata che ha colpito Sanremo. 

maltempo cadavere sanremo
foto via La Stampa

La furia del maltempo che si è abbattuto sul Nord Italia ha lasciato dietro di sé una scia di danni che fanno paura. Data la situazione, il Piemonte e la Liguria hanno chiesto al governo lo stato d’emergenza, provocata dalle piogge intense che, tra l’altro, sono previste ancora per questo pomeriggio. Già ieri aveva fatto rabbrividire l’alluvione di Trappa (frazione di Garessio, nel cuneese), dove la furia dell’acqua non ha risparmiato nemmeno il cimitero. Travolgendo il camposanto comunale, il fiume di detriti si è portato via numerose lapidi, sommergendole nel fango, e diverse bare, arrivate come disperate barche alla deriva fino a Garessio e Bagnasco.

Oggi, invece, si apprende la notizia del ritrovamento di un cadavere su una spiaggia a Sanremo. Secondo quanto è possibile apprendere dalle prime ricostruzioni, si tratterebbe di un uomo, di razza caucasica, con carnagione bianca, e di mezza età. Il suo corpo è stato rinvenuto questa mattina privo di vestiti, abbandonato al cumulo di detriti che la mareggiata delle ultime ore ha portato a riva in località Tre Ponti di Sanremo, da un poliziotto che stava praticando jogging.

Scattata immediatamente la segnalazione, sul  posto sono intervenuti i carabinieri della locale compagnia con la guardia costiera e il personale sanitario. In azione, per portare a termine il recupero dell’uomo, sono stati chiamati anche i sommozzatori dei vigili del fuoco. Date le condizioni del ritrovamento, al momento non pare possibile poter effettuare una più precisa identificazione. Saranno i risultati delle analisi effettuate in laboratorio che, attraverso la raccolta delle impronte digitali, potranno avviare i primi accertamenti. Secondo le prime indiscrezioni, comunque, pare che il cadavere non sia rimasto in mare per molte ore, e che possa essere stato spazzato via dalla corrente nella giornata di ieri o nella notte tra venerdì e sabato.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Le indagini sono state già avviate dalla capitaneria di porto e dai carabinieri di Sanremo, che si stanno occupando del caso. Nel frattempo, per cercare di dare quanto prima possibile un nome alla vittima, le autorità italiane si sono messe in contatto con quelle francesi così da poter ottenere una lista dei dispersi oltre frontiera. Nella provincia di Imperia, così come anche in quella di Savona, non risultano infatti segnalazioni di persone scomparse.