Donald Trump nella bufera: positivo già prima del suo annuncio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:33

Il presidente americano sapeva della sua positività al Covid già nella giornata di giovedì- Donald Trump lo ha annunciato solo sabato, inizialmente aveva parlato solo della sua assistente Hope Hicks.

donald trump stati uniti
Donald Trump torna nei guai – meteoweek.com

Donald Trump torna nella bufera, e questa volta non si può dire che non se la sia cercata. Il presidente degli Stati Uniti è attualmente ancora ricoverato in ospedale a pochi passi da Washington. La sua positività al Covid-19 sta facendo discutere in tutto il mondo, anche per il comportamento dell’inquilino della Casa Bianca. Trump, infatti, avrebbe tra le altre cose tentato di uscire per salutare i suoi sostenitori pur essendo in stato di quarantena. Oppure, come ha rivelato uno dei medici che lo sta curando, non avrebbe fatto sapere di essere senza ossigeno.

Ma c’è una vicenda ancor più scabrosa, all’interno del caso di positività di Donald Trump, che da qualche ora fa discutere. Secondo i media americani, infatti, il presidente degli Stati Uniti sarebbe risultato positivo al Covid-19 ben prima del suo annuncio. Addirittura il capo di Stato avrebbe saputo che lui e la moglie Melania avrebbero contratto il Coronavirus nella giornata di giovedì. Quindi due giorni prima rispetto all’annuncio dato attraverso il suo profilo Twitter. Una condotta destinata a far discutere, qualora dovessero arrivare delle conferme.

L’idea di Donald Trump a proposito della sua positività era molto chiara. Stando a quanto è trapelato in queste ore, infatti, il presidente avrebbe saputo della sua positività, ma era sua intenzione non dire niente a nessuno. Stando al suo piano, infatti, si voleva attendere l’esito del secondo tampone per poi eventualmente dare l’annuncio nel caso in cui fosse risultato positivo anche quest’ultimo. Ed è esattamente ciò che è successo. Anche perchè, in un primo momento, Trump aveva dato comunicazione sui problemi di salute di Hope Hicks, la sua collaboratrice risultata a propria volta positiva.

Donald Trump stavolta l’ha fatta grossa – meteoweek.com

La decisione di Donald Trump di far mantenere il silenzio sulla sua positività era stata forte. Tanto che davvero in pochissimi lo sapevano. Persino il capo della campagna elettorale del leader del partito repubblicano, Bill Stepien, non sapeva nulla. Quest’ultimo era a conoscenza della positività al Covid-19 della collaboratrice di Trump, Hope Hicks. Tuttavia, il fatto che Donald avesse contratto il virus si è saputo solo dopo l’annuncio dello stesso presidente. E a questo punto potrebbero aprirsi dei clamorosi squarci, visti i numerosi contatti avuti da Trump nei giorni scorsi.

Leggi anche -> Covid, nuovo Dpcm in arrivo: le prossime strette sulle misure di contenimento

Leggi anche -> Covid: il caso Golia, la sicurezza sul lavoro e l’ipocrisia nella gestione della pandemia

Come abbiamo detto, tra gli ultimi episodi che hanno visto come protagonista Donald Trump, c’è la recente uscita dall’ospedale. Il presidente era uscito all’interno di un Suv dal suo isolamento, per salutare i sostenitori che da fuori gli stanno dando coraggio. Tanto che il dottor James Philips, assistant professor alla Georgetown University, condanna questa condotta. “Il suv presidenziale non è solo a prova di proiettili ma anche ermeticamente sigillato contro un attacco chimico. Il rischio di trasmissione Covid-19 all’interno è alto come quello di uscire dalle procedure mediche. L’irresponsabilita’ è sbalorditiva“.