“Lockdown parziale Madrid illegittimo, lede diritti fondamentali”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:14

La Corte di Giustizia boccia le misure imposte dal governo dopo l’aumento considerevole dei contagi. “Lockdown parziale illegittimo, lede diritti fondamentali”. Il governo aveva bloccato gli spostamenti al di fuori del proprio comune, se non per motivi di lavoro o di salute

Pedro Sanchez, presidente spagnolo, alle prese con lo stop al lockdown di Madrid – meteoweek.com

 

La Corte Superiore di Giustizia di Madrid ha bocciato le misure di contenimento del coronavirus imposte dal governo alla capitale spagnola e ad altre nove città della provincia. Il motivo dello stop? Secondo la Corte, il lockdown parziale – così come è stato strutturato – lede “i diritti e le libertà fondamentali”. La notizia è rimbalzata nelle ultime ore in tutti i media spagnoli, sconfessando di fatto le iniziative prese dall’esecutivo.

Cosa era avvenuto nei giorni scorsi? Il ministero della Sanità spagnolo, dati alla mano, aveva imposto misure più severe di quelle disposte dalla municipalità di Madrid nell’intento di contenere i contagi da coronavirus, a fronte di un tasso di contagi più che triplo rispetto al resto del Paese. Il ‘lockdown parziale’, entrato in vigore da venerdì sera per circa quattro milioni e mezzo di abitanti, non obbligava di rimanere in casa, ma limitava la libertà di movimento fuori dal proprio Comune di residenza se non per motivi di lavoro, di studio o di salute.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Il ricorso in tribunale e le proteste: la Corte giudica sensate le motivazioni

Una imposizione subito respinta con forza dalla presidente della Comunità di Madrid Isabel Diaz Ayuso che aveva denunciato una “invasione di poteri”, presentando un ricorso in tribunale. Decisione che non si è fatta attendere: ora la Corte Superiore di Giustizia giudica illegittima la decisione governativa, e le relative sanzioni, “perchè lede i diritti e le libertà fondamentali”, raccomandando l’adozione di misure concordate per la tutela della salute pubblica. Misure legittime, ma non di questo tipo.

Leggi anche –> Francia, pedopornografia: blizt della polizia ferma circa 60 persone

Leggi anche –> Pakistano in questura per richiedere asilo, arrestato per violenza su minore

La sentenza rappresenta una grave battuta d’arresto per il governo Sanchez, che venerdì con un decreto aveva imposto a 4,8 milioni di residenti nella regione di Madrid il divieto di viaggiare in un’altra parte della Spagna, se non per lavoro o altri motivi eccezionali. Ciò di fatto scavalcando un provvedimento del governo regionale di Madrid, che, invece, aveva introdotto un lockdown limitato a circa un milione di residenti delle aree più colpite. Occorerrà quindi trattare e ripensare il tutto. Il ministro della Salute spagnolo, Salvador Illa, ha esortato il governo regionale di Madrid a tenere colloqui di emergenza su come risolvere la situazione di stallo.