Proiettili e minacce di morte per Massimo Ferrero costretto a vivere nel terrore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:39

Ieri l’ultima denuncia presentata contro ignoti e raccolta direttamente in casa sua a Roma dai poliziotti che già indagano.

Proiettili e minacce di morte per Ferrero costretto a vivere nel terrore
Proiettili e minacce di morte per Ferrero costretto a vivere nel terrore – meteoweek

Proiettili spediti a casa, minacce di morte, terrore: è questa la vita che è costretto a fare il Presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. E ancora striscioni davanti Casa Samp, lancio di oggetti, blitz in 50 sotto l’abitazione di Roma, vetri spaccati. Un uomo costretto a vivere in bilico, con la paura che un giorno possa succedere qualcosa ai suoi figli. I tifosi spingono  per la vendita della società e per il perfezionamento di una trattativa di cessione. Ieri l’ultima denuncia presentata contro ignoti dal ‘Viperetta’ e raccolta direttamente in casa sua a Roma dai poliziotti che già indagano per identificare i responsabili.

A raccontarlo all’Adn Kronos è proprio lui.“Ci convivo male, ma ci convivo e seguito sulla mia strada – ribadisce il presidente blucerchiato -. Certo, sarebbe meglio non riceverle queste minacce perché non sai mai chi hai davanti”.

Di chi lo tormenta per la trattativa sfumata e la cessione della società sportiva dice: “Chi mi minaccia è invisibile, non so chi siano i mandanti, ma vado avanti a barra dritta con il mio lavoro cercando di fare sempre meglio”. “Ho paura per i miei figli, solo questo – spiega ancora – ma il lavoro mi aggrada e non mi fa pensare a persone che, se fanno quello che fanno, hanno qualche problema. Vengano a dirmelo vis a vis, io voglio bene a tutti”. Non c’è vittoria, non c’è conquista che possa migliorare la sua posizione.

Leggi anche –> Federcalcio, Napoli: si indaga sulla corretta applicazione dei protocolli

Leggi anche –> Ronaldinho torna libero: per l’ex campione di calcio finiscono gli arresti domiciali in Paraguay

Leggi anche –> Partita di calcio malati Covid-19 contro sani

Lui non si arrende e continua per la sua strada – meteoweek

Nelle ultime ore di mercato stava per maturare un affare clamoroso. Gaston Ramirez, forse il giocatore di maggiore talento della Sampdoria e decisivo in uno dei derby vinti, era stato offerto da Ferrero a Preziosi. Il Viperetta infatti le avrebbe tentate tutte per sbarazzarsi del trequartista uruguagio e soprattutto del suo stipendio, tra i più alti della rosa e a scadenza 2021. Secondo quanto rivela il Secolo XIX, Ferrero aveva tentato anche la carta Genoa, trovando un Preziosi tutt’altro che riluttante. Ma sarebbe stato lo stesso giocatore a rifiutare l’ipotesi di un cambio di sponda cittadina, chiudendo sul nascere la trattativa e rigettando il Viperetta nello sconforto.

Non è tutto: nonostante il fresco rinnovo di contratto ​Federico Bonazzoli potrebbe lasciare già la Sampdoria in questa sessione di mercato. L’autore dei gol salvezza della scorsa stagione infatti sarebbe stato messo sul mercato dal club blucerchiato, su suggerimento di Ferrero, anche per approfittare dell’esplosione della scorsa stagione. Secondo Il Secolo XIX infatti con il nuovo modulo l’attaccante rischia di trovarsi spesso chiuso da Quagliarella, Gabbiadini e Keita, e così le sue speranze di un impiego costante sarebbero diminuite. Il Viperetta stesso starebbe spingendo a questo punto per cederlo ad almeno 12 milioni; servirà questo a migliorare l’umore dei fan?