La ricerca: i disturbi mentali durante il lockdown nei luoghi più colpiti dal virus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:41

È una ricerca dell’Istituto Elma Research e parla di sei Paesi europei: Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna, Polonia e dei disturbi psicologici avuti durante il lockdwon

disturbi mentali durante il lockdown la ricerca

Il 58% dei cittadini hanno avuto sintomi di disturbi psicologici con una durata maggiore di 15 giorni durante il lockdown. In Italia si sono toccate punte del 63%, in Gran Bretagna e del 69% in Spagna, i luoghi dove l’impatto del Covid-19 è stato più forte. Il dato inferiore in Germania.

I sintomi

I sintomi citati sono diversi: insonnia, difficoltà a dormire o risvegli notturni (19% media europea, 20% Italia); mancanza di energia o debolezza (16% media europea, 14% Italia); tristezza o voglia di piangere (15% media europea, 18% in Italia); paure e timori eccessivi (14% media europea, 17% Italia), mancanza di interesse o piacere nel fare le cose (14% media europea, 13% Italia); panico e attacchi di ansia (10 % media europea, 10% Italia 10%), la ricerca realizzata per conto di Angelini Pharma in occasione della Giornata mondiale della salute mentale.


LEGGI ANCHE:


La maggior parte dei cittadini europei interrogati in merito ha riferito di aver avuto almeno due di questi sintomi (61%) in Italia il 67%; il 50% del campione italiano afferma di aver avuto questi sintomi per la prima volta (media europea 46%), mentre il 33% ha dichiarato di aver avuto un peggioramento di sintomi già preesistenti (media europea 39%).

Come sono stati affrontati

La maggior parte delle persone ha affrontato questi disturbi parlandone con il partner, con i familiari o gli amici più stretti (54% media europea, 51% in Italia), una minoranza ha invece chiesto aiuto ad uno specialista medico di medicina generale (media europea 18%, Italia 17%), psicologo (media europea 11%, Italia 11%), psichiatra (9% media europea, Italia 6%). Il fatto che gli specialisti non siano stati molto coinvolti in questa circostanza potrebbe anche dipendere dalle misure restrittive in vigore in quel periodo.

disturbi mentali durante il lockdown la ricerca


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek


Le informazioni in merito

Sebbene vi fosse una grande diffusione di disturbi psicologi, le persone non si sono preoccupate particolarmente di andare in cerca di informazione. Solo 1 persona su 4 ha cercato dettagli sul tema della salute mentale collegata al Covid-19 (26% media europea) – con l`eccezione dell`Italia (35%) e della Spagna (38%) dove le percentuali sono più alte. Le ricerche sono state effettuate soprattutto su internet (65% media europea di chi si è attivato nella ricerca di informazioni, Italia 64%) seguita dalla televisione (18% media europea, Italia 15%) e dal medico di medicina generale (18% media europea, Italia 18%). Va sempre specificato che in quel periodo, il modo più semplice per poter cercare informazioni era appunto la rete poiché il lockdown impediva di fatto l’accesso agli specialisti.

disturbi mentali durante il lockdown la ricerca