Trovato il cadavere di Michele Mastromatteo scomparso sul Gargano, ma è giallo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:52

L’Autopsia stabilirà le causa della morte. Pm indaga per omicidio. E’ stato trovato in nottata il cadavere di Michele Mastromatteo, l’uomo di Peschici (Foggia) scomparso dallo scorso 25 settembre.

Il corpo era nelle campagne che circondano San Nicandro Garganico (Foggia). Per avere la certezza assoluta che si tratti del 47enne bisognerà attendere il riconoscimento della salma da parte dei familiari. Apparentemente – si apprende da fonti investigative – sul cadavere non ci sarebbero segni di colpi d’arma da fuoco o tracce evidenti di una colluttazione. Nei prossimi giorni sarà compiuta l’autopsia che stabilità le cause della morte. Tuttavia, nei giorni scorsi, la Procura della Repubblica di Foggia ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti.

L’uomo era uscito di casa venerdì 25 settembre dicendo alla madre che sarebbe andato a mangiare una pizza fuori città. Da quel momento si sono perse le sue tracce. Le indagini dei carabinieri si sono concentrate su un amico che la sera della scomparsa era con lui. Agli investigatori quest’ultimo avrebbe fornito versioni contrastanti su quanto accaduto la sera del 25.

Aggiornamento:

Morsi di animali selvatici sul cadavere

Il cadavere era in evidente stato di decomposizione e aveva sugli arti segni di morsi di animali selvatici. I familiari della vittima hanno appreso del ritrovamento del corpo durante la notte. Ieri i carabinieri si sarebbero recati a casa di Mastromatteo per prelevare alcuni oggetti personali, tra cui delle mascherine usate dall’uomo.