Covid, primo caso al mondo di reinfezione letale: muore dopo essersi riammalata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:46

Il primo caso al mondo di reinfezione letale: donna di 89 anni guarita dal Covid, si è riammalata ed è morta in ospedale dopo essere stata nuovamente contagiata dal virus.

Covid, primo caso al mondo di reinfezione letale

È il primo caso al mondo e riguarda una donna di 89 anni, originaria dei Paesi Bassi, la quale è morta dopo essere stata nuovamente contagiata dal Covid-19. Come riferisce El Mundo, la donna era in cura per la macroglobulinemia di Waldenström, ovvero un raro tipo di cancro. All’inizio dell’anno era stata ricoverata al pronto soccorso con febbre alta e tosse. Dopo essere risultata positiva al coronavirus, aveva recuperato pienamente salute dopo 5 giorni. Eppure, quasi 2 mesi dopo la guarigione e solo due giorni dopo un nuovo ciclo di chemioterapia, la donna aveva di nuovo febbre e manifestava sintomi quali tosse e problemi respiratori. Effettuato il tampone, l’anziana donna era risultata nuovamente positiva al coronavirus.


LEGGI ANCHE:

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek


L’ottavo giorno di ricovero, le condizioni della paziente erano peggiorate ed è morta due settimane dopo. Le analisi effettuate sulla donna hanno confermato che la composizione genetica del virus era diversa in ciascuna delle due infezioni, in un modo che non può essere spiegato dall’evoluzione del coronavirus stesso. Ciò supporta la scoperta che la donna soffriva di una reinfezione da coronavirus. Ad oggi, solo 23 casi di reinfezione sono stati confermati in tutto il mondo.