“Non si può morire così” | Straziante dolore per Elenoire Casalegno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:12

Eleonora Daniele apre la puntata sul caso relativo alla morte di Maria Chiara, la diciottenne morta ad Amelia, in provincia di Terni in Umbria, deceduta a causa di un overdose scaturita dall’uso di eroina.

Straziante dolore per Elenoire Casalegno – MeteoWeek

Nel 2018, un caso simile, aveva fatto irruzione nel mondo della cronaca italiana, ovvero quello di Desirée Mariottini che è stata trovata senza vita, uccisa dalla droga in una struttura abbandonata nella città di Roma.

Oggi, per certi versi, la storia si ripete anche se in modo diverso. Maria Chiara che da poco aveva compiuto 18 anni è stata uccisa da una dose letale di eroina che le aveva dato il fidanzato, adesso arrestato con l’accusa di omicidio preterintenzionale, dopo aver dichiarato di aver atteso 45 minuti prima di chiamare i soccorsi, quando era ormai troppo tardi.

Elenoire Casalegno – MeteoWeek

Maria Chiara: morta per overdose

Il servizio di Eleonora Daniele si concentra poi sulle dichiarazioni che ‘Francesco’ il fidanzato di Maria Chiara, oggi ritenuto responsabile della sia morte, a La vita in diretta aveva dichiarato:

Quando mi sono svegliato era bianca, ho cercato di svegliarla. Ma lei non rispondeva. Allora ho chiamato i soccorsi”. Ma il tutto non finisce qui.

Elenoire Casalegno il messaggio pieno di dolore

A rimanere basita e spiazzata dal dolore è stata anche Elenoire Casalegno per via della morte di una giovane ragazza che negli ultimi tempi non era più la persona che gli amici e la famiglia conoscevano. Un amore malato, quello per Francesco che l’aveva trascinata nel tunnel della droga… un viaggio senza ritorno verso la morte.

Storie Italiane – MeteoWeek

Leggi anche -> Eleonora Daniele nella bufera | Conduttrice sotto attacco dopo la frase a Storie Italiane

Leggi anche -> Eleonora Daniele “Sono vittima di bullismo”, chiede scusa a Chiara Ferragni

Elenoire Casalegno interviene a Storie Italiane dicendo:

Io sono d’accordo quando viene detto che ogni volta che muore un ragazzo di overdose è un fallimento per tutta la società. Stiamo sbagliando tutti quanti, perché morire a 18 anni per overdose non è possibile”. Elenoire Casalegno, successivamente parlando del possibile malessere di Elenoire continua dicendo: “Covava qualcosa dentro, perché difficilmente una ragazza così si avvicina a quel tipo di ragazzo”.