“C’è una supergnocca qua. Quanto mi sta sul c…”: insulti e sessismo, prof di Medicina tradito da esame online

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:39

Insulti e sessismo durante un esame online: registrato dagli studenti, un docente di Odontoiatria dell’Università di Bari rischia ora la diffida. Già mobilitati i rappresentanti studenteschi.

bari - prof medicina - insulti sessismo esame online
foto di repertorio – insulti e sessismo durante l’esame online

In tempi di Covid, lezioni ed esami universitari vengono effettuati sempre più frequentemente in modalità telematica. Ciò che arriva dalla facoltà di medicina di Bari, però, è una denuncia nei confronti di un professore da parte dei suoi studenti. Secondo quanto si apprende dalle fonti, infatti, lunedì scorso Roberto Cortellazzi, docente ordinario di Chirurgia maxillo facciale, aveva fissato una seduta di esame in modalità telematica. Proabilmente inconsapevole del fatto che quanto viene svolto online è comunque registrato, il docente si sarebbe lasciato andare ad insulti e commenti sessisti verso i suoi candidati. Fatto che non è sfuggito ai rappresentanti studenteschi, che hanno quindi preso carta e penna e denunciato l’episodio ai vertici dell’ateneo. Ora il professore rischia una diffida.

“Quanto mi sta sul c…questa qua”

Durante la normale procedura di svolgimento d’esame orale in via telematica, il professore ordinario di Chirurgia maxillo facciale Roberto Cortellazzi si sarebbe lasciato andare a commenti offensivi nei confronti dei suoi candidati. Tra insulti, parolacce ed espressioni volgari, confidate a chi era accanto a lui durante la sessione, tutto è stato registrato in diritta forse a sua insaputa, ed è giunto all’orecchio di settanta studenti che, in quel momento, attendevano di poter sostenere la prova.

La prima vittima, si apprende, sarebbe stata una studentessa, sulla quale il professore avrebbe commentato (rivolgenfosi al suo assistente): “Quanto mi sta sul c…questa qua“. Durante l’esposizione di un altro candidato, invece, il professore avrebbe sussurrato: “Che giramento di c….“. Seccato forse del dover adempiere ai suoi doveri di docente, se la sarebbe presa poi con un dipendente amministrativo, finendo infine per insultare uno dei rappresentanti degli studenti. “Questi raccomandanti, politicizzati“, avrebbe infatti sbottato mentre parlava dell’esponente dell’associazionismo.

“C’è una supergnocca qui”: professore diffidato

Oltre agli insulti e alle parolacce, però, al professore non sarebbero mancate nemmeno espressioni volgari e sessiste, tanto che si sarebbe lasciato andare all’apprezzamento di una studentessa. Dopo aver controllato il suo profilo sulla piattaforma telematica, infatti, convinto di non essere ascoltato il docente avrebbe esclamato: “C’è una supergnocca qui“.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Registrazioni alla mano, gli studenti si sono tempestivamente mossi attraverso i loro rappresentanti di facoltà, e chiedono che vengano applicati dei provvedimenti nei confronti del professore. Nella lettera inviata tra gli altri al rettore, si legge: “Questo atteggiamento è oltraggioso, non solo durante una prova di esame, che è il momento di massima verifica degli apprendimenti, ma anche nei confronti dell’istituzione accademica tutta”.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Inoltre, sempre secondo quanto si apprende dalla missiva, pare che fosse già appurata “l’inadempienza ai doveri didattici” del professore, che per sette anni pare non abbia né presenziato agli esami, né tenuto lezioni. Ad ogni modo il docente, che dirige anche il reparto di Chirurgia maxillo-facciale all’ospedale Miulli di Acquaviva, dovrà rispondere di una diffida, e sarà perciò invitato a non ripetere più episodi di questo tipo.