Germania, Covid: record di contagi, mai così tanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:10

Più di 6.600 nuovi casi di coronavirus confermati in 24 ore in Germania. I numeri sono esagerati, simbolo di una nuova ondata. Il bollettino dell’Istituto Robert Koch parla di altri 6.638 contagi, oltre 1.500 in più rispetto al dato giornaliero diffuso ieri (5.132), e di altri 33 decessi.

meteoweek

A fine marzo la Germania aveva vissuto il picco di infezioni con circa 6.300 casi confermati nell’arco di 24 ore. Ora però vengono effettuati più test: da metà agosto più di un milione a settimana (circa 1,1 – 1,2). I dati mostrano una crescita significativa e secondo l’Istituto, un aumento del tasso di positività rispetto al numero dei test effettuati. Si è infatti passati dallo 0,74% di fine agosto al 2,48% della settimana tra il 5 e l’11 ottobre. Le condizioni sono grave e il rischio del sistema sanitario che non tiene potrebbe far pensare a nuove restrizioni.


LEGGI ANCHE:

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono 341.223 le persone risultate positive al Covid-19 in Germania, dove il bilancio delle vittime parla di 9.710 morti. Sono invece circa 284.600 le persone guarite dopo aver contratto l’infezione. “Siamo in una fase seria della pandemia”: lo ha detto la cancelliera tedesca, Angela Merkel, al termine di un vertice durato oltre otto ore con i governatori dei Laender. E’ stato convocato per decidere nuove di misure di contenimento del coronavirus, tra cui l’estensione “dell’obbligo della mascherina, limiti alle feste private, chiusure alle 23 di ristoranti e bar e divieti di assembramenti oltre le 10 persone nelle zone ad alto rischio di contagio”.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek


“La Germania si trova già in una fase esponenziale, nella quale le infezioni sono tornate a crescere molto velocemente”, ha aggiunto la cancelliera parlando davanti alla stampa. C’è   un punto sul quale però non si riesce a trovare un’intesa tra governo federale e Laender ed è quello del divieto di pernottamento negli alberghi per persone in arrivo da altre aree del Paese classificate a rischio. Così, mentre i diversi Laender mantengono differenti regolamenti in merito, è convocata sulla questione una nuova riunione con l’esecutivo e la cancelliera che si terrà dopo l’8 novembre, per decidere cosa sia giusto fare, dopo il boom di contagi.