Lory Del Santo “Suicidio con le pillole dimagranti” | Racconto shock

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

La seconda parte di Storie Italiane si concentra sulla morte di Mari Chiara, la giovane morta in provincia di Terni, dopo una dose di eroina. A intervenire in studio è stata anche Lory Del Santo, che ha spiegato come i pericoli siano ovunque e non solo nelle droghe conosciute.

Lory Del Santo “Suicidio con le pillole dimagranti” – MeteoWeek

La morte di Maria Chiara è stata davvero devastante da affrontare per una piccola cittadina come quella Amelia, dove anche gli amici hanno detto di essere affronti da ciò che è successo alla giovane.

L’inviata di Storie Italiane, ad esempio, ha raccontato di aver pianto tutte le lacrime in corpo nel vedere l’abitazione e nel seguire un caso di cronaca come questo che lacera il cuore perché nessuno, soprattutto una giovane nel fiore degli anni, dovrebbe morire in questo modo.

Storie Italiane – MeteoWeek

Omicidio Maria Chiara

Nel corso di questi giorni a tenere banco nel mondo delle notizie troviamo l’omicidio di Maria Chiara, la ragazza morta ad Amalia dopo una dose letale di eroina e che il fidanzato le aveva regalato in vista del suo compleanno.

Secondo i nuovi aggiornamenti diffusi anche da Storie Italiane ecco che viene anche spiegato come il capo d’accusa per Francesco, fidanzato della giovane vittima, sia mutato dall’omissione di soccorso ad appunto omicidio. Ma il tutto non finisce qui.

Eleonora Daniele – MeteoWeek

Lory Del Santo: “Comincia tutto da una pastiglia”

Nel trattare il tema delle droghe Lory Del Santo ha deciso di intervenire come i pericoli si annidano ovunque, e non solo nelle droghe conosciute i cui casi di morte sono conclamati.

Leggi anche -> Lory Del Santo contro un ex di UeD : “Non ha fatto abbastanza soldi”

Leggi anche -> Lory Del Santo in lacrime: “Ho pensato di dover aspettare la fine”

Lory Del Santo – MeteoWeek

Lory Del Santo, infatti, ha spiegato come tutto sia in grado di creare dipendenza e indurre alla distruzione di sé stessi e quindi ad uccidere sé stessi:

“Nel mio piccolo sento delle storie… ma tutto può cominciare anche con un ‘voglio dimagire’, e da qui parte un oceano di possibilità e pendono queste pastiglie. Dobbiamo anche dire che ci sono delle pillole dimagranti che ti possono portare al suicidio. Una mia mica è arriva con tutti gli addominali fuori. Le ho chiesto: ‘Mamma mia cosa hai fatto, 100 ore di ginnastica?’. Lei ha detto ‘sai c’è una farmacista qua…’”.