Premio per chi ha pagato le tasse durante l’emergenza: ecco come richiederlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:03

Tasse bloccate durante la pandemia. Ma c’è anche chi le ha pagate lo stesso: ed è a loro che è previsto un riconoscimento pubblico, previsto dall’articolo 71 proprio del decreto Cura Italia

Premio per chi ha pagato le tasse durante l’emergenza sanitaria – meteoweek.com

In questi mesi di emergenza, in particolare durante il lockdown, il Governo con i decreti Cura Italia, Liquidità e Rilancio, aveva sospeso il pagamento delle tasse, per dare respiro a chi per colpa del Covid era in ristrettezze economiche. Ma c’è anche chi le tasse le ha pagate lo stesso: ed è a loro che è previsto un riconoscimento pubblico, previsto dall’articolo 71 proprio del decreto Cura Italia.

Si tratta della menzione di ‘contribuente solidale’, un riconoscimento dello Stato ai contribuenti che pur potendo rinviare il pagamento delle tasse le hanno invece volontariamente pagate. Da questi cittadini un atto di fede e generosità. “E’ venuto un sostegno importante alla tenuta dell’economia italiana – si legge sul sito del Ministero dell’Economia – È anche grazie alla loro scelta che il Paese può ora guardare con fiducia all’uscita dalla crisi e alla ripresa nazionale. Sul sito istituzionale del Ministero dell’economia e delle finanze sarà pubblicato un elenco dei “contribuenti solidali”. Cliccando qui in basso si potrà accedere alla nota del ministero e alle modalità di consultazione della graduatoria definitiva.

https://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2020/Contribuenti-solidali-un-riconoscimento-pubblico-a-chi-durante-il-Covid-ha-pagato-le-tasse-pur-potendo-rinviarle/

Come presentare la domanda se si è nella graduatoria dei meritevoli

L’istanza per conseguire la menzione di “contribuente solidale” – si legge ancora sul sito del Mef – è gratuita e può essere presentata, sia dalle persone giuridiche che dalle persone fisiche, esclusivamente in via telematica a uno degli indirizzi e-mail dedicati: contribuentisolidali@mef.gov.it e contribuentisolidali@pec.mef.gov.it, entro dodici mesi dalla data del versamento dei tributi erariali sopra indicati.

Leggi anche –> Cardinale Dziwisz accusato di aver insabbiato caso di pedofilia: “Sapeva tutto”

Leggi anche –> Coronavirus, Oms: il farmaco considerato miracoloso in realtà non serve a niente

Leggi anche –> Agente Polfer e assessore, arrestato perché punto riferimento ‘ndrangheta

Nell’area dedicata del sito istituzionale del Ministero dell’economia e delle finanze sarà pubblicato il modello di istanza e le relative istruzioni, nonché un elenco dei tributi erariali che legittimano il riconoscimento della menzione di contribuente solidale. Ai contribuenti, poi, sarà inviata una comunicazione dell’avvenuta menzione, il riconoscimento espresso della qualità di “contribuente solidale”.