Catanzaro, un esercente sfida le regole: “Riapro dopo mezzanotte, il Dpcm lo consente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:16

Un post su Facebook da parte del gestore di un locale di Catanzaro fa parecchio discutere. Ha chiuso la sua attività a mezzanotte, come prevede il nuovo Dpcm, salvo poi riaprirlo un quarto d’ora dopo.

esercente catanzaro
L’esercente di Catanzaro intervistato dai colleghi de La Nuova Calabria – meteoweek.com

Un caso destinato a far discutere, ma che potrebbe portare a un clamoroso vizio di forma nel nuovo Dpcm. È quello che è emerso da un episodio, esploso in una attività commerciale in vigore a Catanzaro. Il protagonista è il gestore del Bar La Plaza del capoluogo calabrese. L’attività funge da locale aperto 24 ore su 24, e proprio di fronte a questi esercizi commerciali, non tutto è stato spiegato nel migliore dei modi. Tanto che, come recita un proverbio assai noto tra gli italiani, “fatta la legge, trovato l’inganno“. E così, la tanto temuta chiusura è durata… 15 minuti.

A dare spiegazioni è stato proprio il titolare del bar di Catanzaro, intervistato dai colleghi de La Nuova Calabria: “Il nuovo Dpcm, firmato dal presidente del Consiglio e dai suoi ministri super-laureati, non ha pensato che oltre alla chiusura c’è una riapertura delle attività – ha detto – . Non è stato messo l’orario effetivo di riapertura. Io, di mia spontanea volontà, ho chiuso alle ore 24 per poi riaprire un quarto d’ora dopo. Circa dieci minuti dopo, ho avuto il primo controllo delle forze dell’ordine che mi hanno intimato a chiudere“.

Dunque le forze dell’ordine si sono recate al locale di Catanzaro per fare le proprie rimostranze, visto che questo era ancora aperto. Ma dopo aver fatto capire che il vizio di forma è presente nel dpcm, e non nel comportamento del titolare, sono emersi i dubbi sulle modalità di azione. “Gli ho fatto presente di ciò che è previsto nel dpcm – ha detto il titolare – . Abbiamo constatato che in effetti non c’è un orario di riapertura consentito. Quindi io a che ora dovrei riaprire?. Se non c’è un orario di riapertura, io non potrei più riaprire. Dovrei chiudere a mezzanotte senza sapere a che ora riaprire“.

Il nuovo dpcm firmato da Conte presenta una falla – meteoweek.com

Leggi anche -> Lockdown esteso prima di Natale: è possibile, parlano i numeri

Leggi anche -> Fondo ristorazione, stanziati 600 milioni di euro: al via al contributo

Quella che potrebbe sembrare una provocazione, diventa di fatto un modo per dimostrare che i decreti composti dal Governo aprono delle falle regolamentari. Così sorgono i dubbi per chi gestisce locali aperti 24 ore su 24. Anche perchè altri esercizi commerciali, come bar e ristoranti, hanno degli orari prestabiliti di chiusura: “Al contrario di alcuni colleghi, che hanno un orario effettivo di chiusura già prestabilito così come la riapertura, io che non ho un orario in quanto faccio h24, a che ora dovrei riaprire? Tutto nasce da chi ha scritto il dpcm, e quindi evidentemente non sanno cosa scrivere“.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Dunque, il titolare del Bar La Plaza di Catanzaro opterà per questa forma di apertura e chiusura del suo locale. Anche perchè, come abbiamo già notato, non ci sono delle norme per esercizi commerciali come il suo. E allora ecco che, ai microfoni della giornalista de La Nuova Calabria, ha ribadito la sua intenzione per i prossimi giorni: “Io mi adeguerò a quel che c’è scritto nel dpcm, ovvero la chiusura alle ore 24. La mia riapertura sarà quindici minuti dopo, com’è esposto fuori dalla mia attività“, ha concluso.