Orrore in ospedale: brutale aggressione, gli cava gli occhi per una sigaretta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:43

Si trovavano entrambi in sala d’attesa per essere sottoposti ad una visita specialistica. L’aggressore è un ex infermiere di 44 anni.

brutale aggressione per una sigaretta gli cava gli occhi

Erano entrambi in una sala di attesa dell’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli (Napoli) per essere sottoposti ad una vista specialistica. Un uomo di 44 anni, un ex infermiere che in passato aveva svolto la professione in alcuni ospedali del Nord, ha chiesto ad un altro paziente di 41 anni dapprima di offrigli una sigaretta, poi di dargli anche un accendino.

“Ora dovrei prestargli anche un polmone”

Il 41enne si è quindi lamentato della richiesta e avrebbe replicato: “ora dovrei prestargli anche un polmone”. L’ex infermiere ha immediatamente reagito in modo violento, si è avventato sull’uomo infilandogli le dita negli occhi. Lo ha fatto con una forza tale da causare gravi danni al bulbo oculare destro della vittima. Allertati dai sanitari sul posto sono giunti i carabinieri della caserma di Licola che hanno bloccato ed arrestato l’ex infermiere.


LEGGI ANCHE:


Le condizioni della vittima

La vittima, soccorsa, è ricoverata in prognosi riservata nello stesso nosocomio. Perderà l’occhio destro ed i sanitari, che lo hanno sottoposto ad intervento chirurgico, stanno tentando di salvargli il sinistro. L’aggressore dovrà rispondere di lesioni aggravate.