Coronavirus, Vincenzo De Luca ci ripensa e riapre le scuole elementari

Scuole elementari aperte da lunedì 26 ottobre. A dirlo è Vincenzo De Luca, che dopo le proteste cambia idea sulla chiusura degli istituti.

Dietro front del governatore della Campania Vincenzo De Luca. Dal giorno lunedì 26 ottobre riapriranno le scuole elementari nella Regione, dopo la decisione di chiuderle di qualche giorno fa. “Autorizziamo da subito progetti speciali scolastici per bambini disabili e autistici e da lunedì anche le attività delle scuole elementari”, ha detto questa mattina De Luca, intervenendo nel corso della sua visita al Covid residence dell’Ospedale del Mare a Napoli. Inoltre, il governatore ha informato di una riunione tenutasi tra l’assessore alla scuola Lucia Fortini e le organizzazioni scolastiche. Insieme, hanno concordato sulle misure per la scuola.

Leggi anche:

Per quanto riguarda le scuole elementari, saranno i dirigenti scolastici a dover rivolgersi alle Asl per garantire di poter agire in sicurezza e nel rispetto di tutti i protocolli di prevenzione anti-Covid. “Il presupposto per riaprire deve essere la garanzia delle condizioni sanitarie e questa garanzia non può essere scaricata sui presidi ma sulle Aziende sanitarie locali”, ha proseguito De Luca. Dunque, riepilogando, le scuole elementari riapriranno, proprio come le scuole materne. Restano chiuse ancora le scuole medie, le scuole superiori e le Università — tranne che per gli studenti del primo anno – che seguiranno la Dad, cioè la didattica a distanza.

La decisione del Tar

Alla decisione di chiudere le scuole, si era arrivati a seguito dell’impennata di contagi registrata proprio negli ambienti scolastici. La Campania, infatti, vive momenti non facili a causa dei numeri del contagio. Ma la decisione di chiudere le scuole aveva dato vita a numerose proteste, da parte di presidi, associazioni e genitori, tali da spingere a fare ricorso al Tar. L’ente si è però schierato dalla parte della Regione, considerando del tutto ragionevole il provvedimento e respingendo il ricorso sulla scuola presentato in Campania.

Eppure, a seguito dell’emanazione del provvedimento, il Presidente De Luca ha deciso di fare un passo indietro, decidendo per la riapertura delle scuole dell’infanzia. Intanto, però, il governatore si prepara a nuove mosse e proprio oggi De Luca ha annunciato un provvedimento di coprifuoco a partire da venerdì dalle ore 23 all’alba del giorno successivo. Si tratta di una misura che prevede il blocco di tutte attività e della mobilità, da questo fine settimana in poi. Il provvedimento sarebbe dovuto scattare dall’ultimo weekend di ottobre in vista delle feste di Halloween ma è stato anticipato. La Campania, quindi, segue la Lombardia.