Adolescente si getta da una finestra e muore: aveva litigato con la madre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:19

Una adolescente di Montespertoli, in provincia di Firenze, si è gettata dalla finestra dopo avere avuto un litigio con la madre. La ragazza è morta sul colpo. Sulle ragioni del gesto estremo si interroga una intera comunità.

adolescente suicidio

Il battibecco con la madre per questioni relative alla scuola, poi il lancio nel vuoto. Una quindicenne di Montespertoli, in provincia di Firenze, si è suicidata venerdì gettandosi dalla finestra. Il volo dal terzo piano è stato fatale per la ragazza, che è morta sul colpo. L’estremo gesto ha straziato e lasciato incredula una intera comunità. Le motivazioni non sono ancora note e la famiglia chiede riserbo.

Il suicidio della quindicenne

La tragedia è avvenuta venerdì nel comune di Montespertoli. Una quindicenne, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, a seguito di una discussione con la madre sulla scuola, si è lasciata la porta della sua stanza alle spalle e si è gettata dalla finestra. Il lancio nel vuoto dal terzo piano. La mamma e la sorella, che si trovavano in casa, non si sono accorte di nulla prima del tonfo. Non sono riuscite a fermarla. Immediatamente hanno chiamato il 118, ma all’arrivo degli operatori sanitari ormai non c’era più nulla da fare. I medici per diversi minuti hanno tentato di rianimare l’adolescente nel cortile della palazzina, senza successo. Il corpo della giovane è stato trasferito presso l’istituto di medicina legale.

Gli inquirenti stanno indagando in merito alle motivazioni che hanno spinto la quindicenne a compiere il gesto estremo. Il tutto, infatti, non può essere scaturito da un semplice battibecco in famiglia. Così si sta cercando di ricostruire, oltre agli attimi antecedenti alla tragedia, anche il momento che la giovane stava vivendo, dentro e fuori casa, nonché le sue abitudini ed emozioni. Era una ragazza solare ed energica, come ricorda chi l’ha conosciuta tra i banchi di scuola, in parrocchia o al campo estivo.

Era una bambina allegra, estrosa, trovava sempre spunti per divertirsi. Non è mai mancata una volta, con il solito entusiasmo che ci fossero i gavettoni o la recita“, dice uno degli animatori. “Allora non vedevi i cellulari per le mani di bambini di nemmeno dieci anni. Oggi ci sono bambini di 10 anni che hanno il profilo social. Bisogna, a mio avviso, staccarsi dai ‘mi piace’, dal giudizio degli altri, e riscoprire il guardarsi negli occhi: nel confronto reale spesso c’è l’aiuto“.

Leggi anche:

Qualcosa, da quel periodo, era senza dubbio cambiato nell’animo della adolescente. Nulla, tuttavia, sembra ricondurre ad una sofferenza tale da spiegare il suicidio. La sorella, sui social, ha intanto chiesto rispetto: “Nessuno si azzardi a pubblicare storie“, questo il suo sfogo.

Il cordoglio della comunità

La comunità di Montespertoli, intanto, si è stretta attorno alla famiglia della giovane. Ieri è stato proclamato il lutto cittadino e alle 12.00 è stato svolto un minuto di silenzio. Il sindaco Alessio Mugnaini, a seguito della tragedia, ha rivolto un lungo discorso ai suoi concittadini, al fine di invitarli a riflettere.

adolescente montespertoli firenze
Il Comune di Montespertoli, in provincia di Firenze

Dobbiamo interrogarci, dobbiamo capire“, ha detto Mugnaini. “Trovare le parole per me è impossibile, come è impossibile immaginare il dolore della famiglia. Quello che può fare una comunità è condividerlo e offrire supporto: nessuno deve essere lasciato solo in questi momenti. Sono certo che ognuno a modo suo troverà come stare vicino alla famiglia e a tutta la comunità. Montespertoli è la somma delle nostre diversità ed esperienze“.