Bimbo autistico vaga per strada senza vestiti: arrestati i genitori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:07

Un bambino di 2 anni è stato lasciato vagare solo in strada senza vestiti: le forze dell’ordine lo hanno trovato e arrestato i genitori.

Bimbo autistico vaga per strada senza vestiti: arrestati i genitori – meteoweek

Un bambino autistico di 2 anni è stato lasciato vagare solo in strada nuda. I genitori, Molly Neal, 38 anni, e David Estrada, 37 anni, sono stati arrestati lunedì dopo che la polizia ha ricevuto una denuncia da un residente di zona che frequentava quella strada molto trafficata. A prendersi cura del bimbo sono stati i vicini di casa che lo hanno portato nel loro appartamento allertando le autorità.

Leggi anche -> “C’è il Covid, niente chemio”: così è morta Kelly Smith

Leggi anche -> Covid, tutti positivi i carabinieri in servizio nella zona rossa di Mezzojuso

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Quando la polizia è giunta sul posto, a Wichita Falls, in Texas, ha trovato i genitori del piccolo che gridavano dicendo che il figlio era scappato ed erano disperati sulle sue tracce. I vicini hanno precisato che più volte il piccolo era stato sorpreso in strada, spesso senza vestiti e sporco. La donna che si è presa cura di lui ha precisato di aver avvertito i genitori, ma vedendo che nessuno interveniva ha prima salvato il piccolo e poi ha chiamato le autorità, che hanno scoperto una storia di degrado molto seria. I genitori sono stati arrestati: entrambi avevano precedenti penali per spaccio di droga e la famiglia era da tempo seguita dai servizi sociali che aveva segnalato uno stato di abbandono in cui viveva il piccolo, anche se non era ancora stato allontanato. Spesso in casa veniva lasciata la porta aperta e i genitori non sempre badavano al minore. Ora il piccolo sarà affidato ai servizi sociali che se prenderanno cura per un periodo.

Prima del 1996 i bambini statunitensi, che venivano sottratti ai genitori biologici, rimanevano spesso nel limbo del foster care per svariati anni, passando da una famiglia all’altra. Quando poi una nuova legge aveva decretato che, dopo 15/22 mesi d’affido, il foster care avrebbe dovuto attivare le pratiche per trovar loro una famiglia adottiva e permanente, la realtà era rimasta spesso inalterata. E quei minori avevano continuato a passare da una casa all’altra. Ora, però, la situazione sembra notevolmente migliorata con le dovute cautele del caso. Esistono ancora molte eccezioni ma il sistema appare notevolmente migliorato.

L’unica grande zona grigia rimangono gli abusi non sempre tempestivamente identificati. Molti bambini rimangono preda dei loro aguzzini molto prima dell’intervento dei servizi sociali e quando spesso denunciano non sempre vengono ascoltati.