Amedeo Goria corregge il tiro: “Guenda ha due poli del carattere”. Ma la D’Urso non lo perdona

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

L’intervista di Amedeo Goria in cui definisce la figlia Guenda una ragazza “bellicosa e bipolare” ha fatto molto arrabbiare Maria Teresa Ruta e, ospite di Pomeriggio Cinque, il giornalista ha spiegato le motivazioni di tali parole.

Amedeo Goria a Pomeriggio Cinque, le rettifiche su Guenda Goria

In collegamento con Barbara D’Urso nel suo salotto pomeridiano, Amedeo Goria ha affrontato l’argomento che negli ultimi giorni lo ha portato ad essere protagonista del gossip: le dichiarazioni al vetriolo sulla figlia Guenda, ora rinchiusa al Grande Fratello Vip insieme alla madre Maria Teresa Ruta. La definizione di “donna bellicosa e bipolare” ha lasciato di stucco la 31enne e scatenato l’ira furibonda della ex moglie di Goria, che a Pomeriggio Cinque ha tentato di “raddrizzare il tiro”.

Il giornalista, infatti, ha dato una sua versione dei fatti sulle frasi indirizzate alla figlia giustificandosi in un modo che ha lasciato un po’ interdetti. “Ho scritto una lettera e rilasciato un’intervista in cui, per non elogiare sempre Guenda facendola una sorta di ‘Santa Maria Goretti’, che non è, ho provato a tirar fuori le spigolosità del suo carattere”, ha spiegato Goria.

Amedeo Goria ritratta: “Guenda non è bipolare”

“Ho detto che, come tutti noi abbiamo delle spigolature nel nostro carattere, anche Guenda li ha – ha continuato a giustificarsi lui – . Ho parlato di due poli del suo carattere: da un lato una dolcezza sconfinata, una tenerezza commuovente, dall’altro ha degli aspetti di grande forza, tenacia, a volte anche di durezza”.

“Assolutamente, lei non è bipolare se si intende come malattia o disturbo – ha aggiunto Goria – .Lei ha delle spigolatura del carattere che abbiamo un po’ tutti”.

Il chiarimento di Amedeo, però, non ha convinto gli ospiti di Barbara D’Urso che lo hanno invitato ad utilizzare dei termini più corretti, consapevole dell’eco che possano avere un certo tipo di dichiarazioni.

Amedeo Goria e Barbara D’Urso, confronto a Pomeriggio Cinque

Leggi anche–>Gf Vip, Maria Teresa Ruta alza la voce con Amedeo Goria: “Padre assente, non sa niente di Guenda”

Barbara D’Urso: “Al pensiero mi parte la vena”

La D’Urso, evidentemente un po’ turbata, ha voluto fare delle precisazioni e, interrompendo la discussione, si è rivolta direttamente a Goria.

“Faccio, da donna, i complimenti a Guenda che ha ribadito che la violenza sulle donne non è solo quella fisica ma anche quella verbale – ha detto la conduttrice – .Ma, in riferimento alle parole di Maria Teresa, perché ti ha attaccato così?”.

Leggi anche–>Alessia Marcuzzi fa il tifo per Guenda Goria: l’applauso per il discorso sulle donne

“Maria Teresa si è sentita attaccata nel momento in cui ha pensato che fosse stata attaccata sua figlia – ha commentato Goria – .Maria Teresa ha tirato su i due figli, più di quanto non abbia fatto io, perché io ad un certo punto mi sono trasferito a Roma e li seguivo a distanza. Ho sempre demandato lei perché è una donna dalla forza neuromuscolare straordinaria. A volte, però, esagera un po’ e ieri ha esagerato…”.

Barbara D’Urso, però, non è riuscita a trattenersi e ha ammesso di essersi sentita molto vicina alla Ruta.

“Ieri sera, io mi sono rivista in Maria Teresa. Se il padre dei miei figli avesse detto che sono bipolari, lo avrei chiuso in una stanza e gli avrei spiegato che non si fa – ha commentato la conduttrice – . Al solo pensiero mi parte la vena”.