Il terrorista di Nizza, Brahim Aoussaoui è sbarcato a Lampedusa: la conferma dall’Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:48

Prima il tweet del deputato della regione di Nizza, Eric Ciotti ora la conferma direttamente dall’Italia. Il killer che ha colpito questa mattina a Nizza era sbarcato a Lampedusa.

killer lampedusa sbarco italia

Il killer che ha colpito nella chiesa di Nizza è sbarcato a Lampedusa assieme ad altri migranti. La conferma delle modalità con cui il tunisino è entrato in Europa arriva da fonti degli apparati di sicurezza secondo le quali nell’isola c’è stata la prima registrazione dell’uomo. Sono in corso tutti gli accertamenti per ricostruire i vari spostamenti del tunisino, in stretto contatto con le autorità francesi.

Non è la prima volta che un tunisino sbarcato in Italia si è poi reso protagonista di atti di terrorismo in Europa: a febbraio del 2011, con Silvio Berlusconi premier e Roberto Maroni ministro dell’Interno, sempre a Lampedusa arrivò – assieme a migliaia di tunisini – Anis Amri, l’autore della strage al mercatino di Natale di Berlino nel 2016. Al momento dello sbarco Amri si dichiarò minorenne e fu trasferito in un centro per minorenni in Sicilia.

Nizza: killer in Italia il 20 settembre, 9 ottobre a Bari

L’aggressore che ha ucciso oggi tre persone nella basilica di Notre-Dame a Nizza dopo essere sbarcato a Lampedusa a fine settembre e in Francia ad inizio ottobre è un tunisino di 21 anni: il suo nome è Brahim Aoussaoui. Lo si apprende da fonti degli inquirenti.

Il killer di Nizza sarebbe arrivato in Italia il 20 settembre e il successivo 9 ottobre sarebbe stato trasferito in un Centro per migranti a Bari, dopo la quarantena obbligatoria per tutti coloro che sbarcano. Sarebbero queste, secondo quanto si apprende da fonti degli apparati di sicurezza, le prime due tappe del tunisino nel nostro paese. Investigatori e 007 stanno ora ricostruendo tutte i movimenti successivi e le modalità che hanno consentito all’uomo di lasciare il Centro.

killer nizza sbarco lampedusa salvini


LEGGI ANCHE:


Salvini: Via Lamorgese

“Se per l’attentatore di Nizza sono confermati lo sbarco a Lampedusa a settembre, il passaggio da Bari e poi la fuga chiediamo le dimissioni del Ministro dell’Interno Lamorgese”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.