Lockdown a Parigi, file di auto fino a 700 km prima del blocco [VIDEO]

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:55

Poche ore prima dello scatto del lockdown nazionale, a Parigi si sono create lunghe code di auto fino a 700 km. Da lunedì 2 novembre nessuno spostamento sarà più consentito.

Lockdown Parigi - code di auto
lunghe code a Parigi, i francesi si preparano al lockdown – fotogramma tratto dal video

Sono migliaia gli abitanti di Parigi che si sono riversati, giovedì sera, nelle strade a bordo delle loro auto per fuggire dalla città. Questo panorama catastrofico è l’effetto del lockdown imposto da Macron, e che sarebbe scattato a partire dalle 24:00. Il traffico intenso che ha tenuto sotto scacco la città per diverse ore, non è stato solo frutto della marea di persone che volevano fuggire. In coda, infatti, c’era anche chi voleva andare a trovare per l’ultima volta parenti e amici – o semplicemente trascorrere un’ultima serata fuori prima del blocco definitivo.

Migliaia di francesi in fuga per il lockdown

Ad immortalare queste scene da film sono stati diversi video finiti poi in rete. Per tutto il fine settimana, il premier Jean Castex ha annunciato “tolleranza” per gli spostamenti fra le regioni, proprio per consentire ai cittadini di organizzarsi e trasfersi presso le abitazioni che non potranno più lasciare per un mese. Da lunedì 2 novembre, però, entrerà in vigore il divieto di spostamento all’interno del Paese.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


In questo suo primo giorno da lockdown, allora, Parigi si mostra di nuovo deserta, anche se comunque meno silenziosa rispetto a quando, lo scorso 17 marzo, il governo aveva disposto la prima reale chiusura generale come misura anti Covid-19. E in effetti, a differenza di quel primo blocco, questa volta l’esecutivo ha deciso di lasciare aperte le scuole, di far proseguire l’istruzione degli studenti di ogni ordine e grado. E a rimanere aperti saranno anche gli uffici, le fabbriche e tutto ciò che concerne il settore pubblico.

file a parigi per il lockdown
file a Parigi per il lockdown – fotogramma

Tutti gli altri, invece, dovranno rimanere in casa. Per uscire dalla propria abitazione sarà necessaria una dichiarazione che comprovi la reale necessità dello spostamento, che è di fatto autorizzato soltanto per fare la spesa, per sostenere visite mediche o per un’ora al giorno di esercizio fisico all’aperto.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

L’obiettivo di questa sofferta decisione, ha spiegato Macron in tv, è quello di ridurre i contagi in Francia da 40mila a 5mila al giorno. Al momento, infatti, il sistema sanitario nazionale è sull’orlo del collasso. Preoccupano, chiaramente, le conseguenze di questo mese di confinamento obbligato. Secondo le prime analisi, il nuovo lockdown costerà all’economia francese circa 15 miliardi di euro.