San Marino non si allinea con il Dpcm: tutto rimane aperto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:42

A San Marino non si chiudono i bar e i ristoranti alle 18, come previsto dal Dpcm italiano. Il segretario di Stato al lavoro Teodoro Lonfernini sostiene che sia “francamente assurdo”.

san marino
San Marino mantiene le attività aperte – meteoweek.com

Questa settimana è particolarmente convulsa per il nostro Paese, e non solo. È la settimana in cui è entrato in vigore il nuovo Dpcm, stabilito dal Consiglio dei Ministri e annunciato in diretta nazionale da Giuseppe Conte. Ma in questi giorni abbiamo parlato anche di quei territori in cui si sta cercando di andare al di là del nuovo decreto ministeriale. Abbiamo posto l’accento sull’Alto Adige, che approfittando del regime autonomo delle province di Trento e Bolzano ha provato a mantenere i locali aperti. Ma alla fine è arrivato il tanto temuto dietrofront da parte delle istituzioni.

Allora tocca scendere di qualche centinaio di chilometri, fino ad arrivare a San Marino. Una repubblica autonoma, che ha una costituzione ben diversa rispetto a quella italiana. Ma sul fronte geografico, si tratta di una nazione sì assestante, ma comunque inglobata dal territorio italiano. Eppure a San Marino si fa di testa propria, ignorando in maniera pressochè totale il Dpcm annunciato dal premier italiano. I bar e i ristoranti restano aperti ben oltre l’orario previsto delle 18 per la loro chiusura. Nella piccola repubblica, di fatto, si seguono le proprie regole.

A pochi chilometri di distanza, al di là dei confini nazionali tra Italia e San Marino, tutto chiude tristemente allo scoccare delle 18. Le assai note discoteche di Rimini non alzano neanche le saracinesche, mentre nella piccola repubblica la vita pubblica e relazionale continua. Ovviamente con le dovute precauzioni: si indossa la mascherina nella quasi totalità dei casi, ci si lava le mani e le si igienizza, e soprattutto si mantiene la distanza. Ma al tempo stesso, non si teme quel tanto chiacchierato lockdown, la cui parola torna di moda in Italia.

Uno scorcio di San Marino – meteoweek.com

Leggi anche -> Allarme Covid, rischio Lockdown: le cinque con l’indice Rt oltre 1,5

Leggi anche -> Covid, medici e infermieri in crisi è di nuovo boom di contagi

E a difendere la decisione di questo piccolo Stato, ci pensa Teodoro Lonfernini. Il segretario di Stato al lavoro ha fatto capire chiaramente non c’è nulla di male, per la realtà sanmarinese, mantenere le attività aperte, quasi in barba al Dpcm. “San Marino – sostiene – è diversa dall’Italia, ha una popolazione contenuta su un territorio proporzionalmente più ampio. Ha anche un numero di pubblici esercizi contenuto, il controllo quindi è più semplice, il tracciamento da noi funziona. Chiudere bar, ristoranti e pasticcerie alle 18 è francamente assurdo“.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

La piccola repubblica di San Marino ha una estensione di appena 64 chilometri quadrati. Ci sono nove castelli che sovrastano non solo il territorio nazionale, ma anche buona parte dell’Emilia Romagna e le Marche che la circondano. Ci sono alcune decine di migliaia di abitanti, ma da queste parti non c’è la paura e non c’è il timore di un lockdown, che sono purtroppo tornati familiari in Italia. Anche perchè, con rispetto del distanziamento, utilizzo delle mascherine e registrazione della clientela, qui la ristorazione procede senza problemi.