Categorie
Cronaca

“Sono cocainomane, non riesco a controllarmi”, la giustificazione di Genovese al gip

L’imprenditore Alberto Genovese è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Il fondatore di Facile.it, interrogato dal gip, ha ammesso di essere dipendente dalla cocaina e di non riuscire a controllarsi.

alberto genovese
Alberto Genovese, fondatore di Facile.it, arrestato per stupro – meteoweek.com

L’imprenditore Alberto Genovese è stato arrestato nella notte tra venerdì e sabato con l’accusa di violenza sessuale. A denunciarlo una diciottenne che, in base alle ricostruzioni, sarebbe stata drogata e stuprata ad una festa privata a metà ottobre. L’uomo mentre la giovane era narcotizzata l’ha legata a mani e piedi e chiusa in una stanza sorvegliata da un bodyguard, abusando di lei ripetutamente. Soltanto quando la vittima è riuscita a ritrovare le forze ha contattato un’amica ed è riuscita a fuggire in strada, ancora seminuda, dove le autorità l’hanno trovata.

Le forze dell’ordine, grazie alle dichiarazioni della vittima, sono risalite al fondatore di Facile.it, start-up divenuta negli anni un punto di riferimento per la stipula di polizze assicurative online e successivamente venduta dal noto imprenditore originario di Napoli per 100 milioni di euro. Alberto Genovese aveva organizzato l’evento privato in un appartamento di sua proprietà a Milano, a due passi dal Duomo, da lui denominato “Terrazza Sentimento” proprio in virtù della zona esterna che affaccia su Piazza Beltrade. Esso da diversi anni era divenuto la sede delle feste organizzate all’insegna dell’alcol e della droga. Al suo interno è stata trovata una grande quantità di sostanze stupefacenti. Gli agenti della polizia hanno inoltre perquisito l’abitazione in cui vive l’imprenditore, sequestrando diverse dosi di cocaina.

Il quarantatreenne ora è accusato non soltanto di stupro, sequestro di persona e lesioni, bensì anche di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti. Prima di essere arrestato Alberto Genovese aveva tentato di fuggire all’estero. Per fare ciò stava per procurarsi dei documenti falsi e aveva preparato il suo jet privato. Il progetto era di recarsi prima ad Amsterdam e successivamente in Sudamerica.

Per approfondire:

L’interrogatorio di Alberto Genovese

Alberto Genovese, nel corso dell’interrogatorio del giudice per le indagini preliminari Tommaso Perna, non ha risposto alle domande bensì ha soltanto rilasciato dichiarazioni spontanee. Il fondatore della start-up Facile.it ha ammesso di non essere in sé quella notte, proprio a causa dell’assunzione di droga. Non sarebbe, inoltre, la prima volta che gli capita di commettere crimini.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Chiedo di disintossicarmi perché da quattro anni sono dipendente dalla cocaina. Quando sono sotto gli effetti della droga non riesco a controllarmi e non capisco più quale sia il confine tra ciò che è legale e ciò che è illegale. Ho bisogno di curarmi“, ha detto l’imprenditore.

terrazza sentimento alberto genovese
“Terrazza Sentimento”,a due passi dal Duomo di Milano, dove Alberto Genovese ha abusato di diverse ragazze – meteoweek.com

Le dichiarazioni di Alberto Genovese sarebbero confermate dalla denuncia di un’altra giovane, la quale ha raccontato al procuratore aggiunto Letizia Mannella e al pm Rosaria Stagnaro di essere stata violentata con modalità simili, ovvero grazie alla droga dello stupro, mentre si trovava in vacanza in un’isola spagnola. “Alle sue feste c’erano sempre cocaina e 2CB a disposizione gratuitamente degli invitati”, hanno raccontato altri testimoni.

Leggi anche:

L’imprenditore di 43 anni ha intanto richiesto di essere sottoposto agli arresti domiciliari o a casa della madre o a casa della compagna, dato che la sua abitazione è sotto sequestro. Il gip Tommaso Perna ha adesso il compito di decidere se confermare la misura cautelare in carcere.