Covid, Zampa sul Natale: “Regole in arrivo, feste solo con parenti stretti”

La sottosegretaria alla Salute svela a La Stampa che non sarà un Natale solitario per colpa del Covid. “La maggior parte delle restrizioni resteranno, con piccole eccezioni per gli esercizi commerciali”, ha dichiarato.

sandra-zampa-covid-meteoweek
Sandra Zampa rassicura gli italiani – meteoweek.com

Il Covid-19 ha già tolto tante cose agli italiani e ai cittadini del mondo. Ricordiamo bene quanto sia stato complicato riuscire a venire a capo delle festività di Pasqua, trascorse ognuno nel proprio focolaio domestico senza poter incontrare amici e parenti. Ma più in generale sono stati e continuano a essere giorni complicati. In vista dell’arrivo del Natale, uno dei più grandi timori degli italiani è quello di non poterlo festeggiare con i propri cari, proprio memori di quanto è accaduto nei mesi di aprile e maggio in cui ognuno è rimasto a casa sua.

A rassicurare tutti, però, ci ha pensato Sandra Zampa. Il sottosegretario alla salute, intervistato dai colleghi de La Stampa, ha fatto sapere che il prossimo non sarà un Natale in solitaria a causa del Covid: “Ci sarà un provvedimento che riguarderà Natale – ha svelato – : si deve dire che non deve essere un Natale solitario, ma che le famiglie possono riunirsi nel nucleo ristretto, parenti di primo grado, fratelli e sorelle. La gran parte delle restrizioni attuali è bene che restino, magari con un allentamento del rigore per alcuni esercizi“.

Dunque sarà previsto un nuovo regolamento per la gestione del periodo antecedente alle festività natalizie. Sempre tenendo sotto controllo la curva del contagio da qui al 4 dicembre prossimo, data in cui scadranno gli effetti dell’attuale Dpcm. Ma il ministro Zampa ha fatto capire che le nuove regole non riguarderanno solo le famiglie: “Questa epidemia va affrontata con una grande razionalità, che misuri l’impatto delle azioni messe in atto. Ma siamo tutti consapevoli che se il trend non muta, nessun servizio sanitario al mondo potrebbe reggere“.

Il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa – meteoweek.com

Leggi anche -> Speranza: “I nostri dati sul contagio sono pubblici”. Non proprio

Leggi anche -> Rezza, indice contagio 1,7. Situazione preoccupa. ‘Calano i numeri, ma rapporto casi-tamponi non cambia’

Per questo motivo, il sottosegretario alla salute fa capire che gli italiani devono seguire le regole e non farsi prendere dai colpi di testa. Anche perchè scene come quelle viste nello scorso weekend, con la gente riversata su strade e piazze in barba al coprifuoco imminente, rischia di vanificare gli sforzi che si stanno facendo per consentire le riaperture: “Se tutto si rivelasse inefficace, nessuno attenderà fino all’ultimo – ribadisce la Zampa – . Bisogna combattere con un elemento fondamentale che è il tempo e nessuno farà tardi, tanto meno il ministro Speranza”.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Il sottosegretario ha parlato di leggerezza sbalorditiva da parte di chi va in giro senza seguire il distanziamento o indossare la mascherina. “Non vedo controlli e sanzioni“, ha dichiarato in merito a chi viola le norme anti-Covid. Secondo la Zampa, “è passata una narrazione minimalista e molti scienziati e molti politici non hanno contribuito a mantenere il rigore necessario“. E poi c’è il tema del vaccino, tornato caldo dopo le indiscrezioni provenienti dalla Pfizer: “I cittadini comuni potranno essere vaccinati entro l’estate. Ma anche i medici di base devono in questa fase fare la loro parte, con visite e tamponi, altrimenti rischiano la convenzione con lo Stato“.