Britney Spears ha paura del padre, l’annuncio sconvolgente: “Non canterò mai più,…”

Sul palco è sorridente ed energica, ma la vita reale di Britney Spears non è certo rose e fiori, anche per la situazione che vive con il padre James. 

Britney Spears (Photo by Gabe Ginsberg/Getty Images)

Sotto la tutela legale del padre da 12 anni

Da circa 12 anni la principessa del pop non è libera di disporre del suo patrimonio e vive sotto la tutela legale del padre James a seguito di alcune crisi depressive che l’hanno portata in una clinica riabilitativa. Nel mese di agosto, tramite il suo avvocato Samuel D. Ingham III, Britney ha richiesto che la tutela del padre decadesse:Britney Spears si oppone duramente all’eventualità che James Spears possa essere riconfermato quale suo tutore legale”, a quanto sarebbe scritto negli atti, richiedendo che sia la sua assistente, Jodi Montgomery, “a ricoprire il ruolo come ha fatto per circa un anno.

Leggi anche —-> Il figlio di Britney Spears contro il padre della popstar: “Mio nonno? Può anche morire”

“Ha paura di suo padre, non si esibirà più”

Tuttavia il giudice del Tribunale di Los Angeles, Brenda Penny, ha rifiutato di sospendere la tutela di James Spears, nonostante la richiesta della popstar, sostenuta anche dal movimento #freeBritney. Una decisione che ha sconvolto Britney, tanto che l’avvocato Ingham si è spinto fino a un annuncio sconvolgente: “La mia cliente mi ha informato che ha paura di suo padre — ha detto Ingham al giudice — Non si esibirà di nuovo finché suo padre è responsabile della sua carriera“.

#freeBritney Supporters (Photo by Frazer Harrison/Getty Images)

L’avvocato di James Spears: “Britney salvata dal padre”

Di diverso avviso, naturalmente, l’avvocato di James Spears, Vivian Lee Thoreen, la quale ha replicato alle accuse sostenendo che l’operato del suo assistito avrebbe salvato la cantante da un debito per un patrimonio netto di oltre 60 milioni di dollari. “Non credo che ci sia uno straccio di prova a sostegno della sospensione del mio cliente“, sono state le sue parole. Ma Britney ha veramente bisogno del controllo di qualcuo e di essere sottoposta alla tutela paterna?

Leggi anche —-> Britney Spears sta male:”Ha le facoltà mentali di una persona in coma”

Secondo il tribunale, sì. Durante un’udienza per la nomina di un nuovo tutore, i giudici avrebbero paragonato le facoltà mentali della popstar a quelle di “un paziente in coma e lo scorso agosto, quando aveva chiesto a nome della sua assistita di sospendere la tutela, lo stesso avvocato Ingham avrebbe dichiarato Britney “incapace di firmare una deposizione giurata d’intenti”.

Britney Spears (Photo by Jason Merritt/Getty Images)