Zuccatelli torna a parlare: “Mascherine? Ho detto una fesseria. Ma non mi dimetto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56

Il nuovo commissario per la Sanità in Calabria sostiene che il tempismo sull’uscita delle sue dichiarazioni sia sospetto. “Non ci sto a essere martirizzato per un video di 20 secondi”, ha dichiarato Zuccatelli.

zuccatelli meteoweek
Il commissario Zuccatelli torna a dire la sua – meteoweek.com

Torna a parlare Giuseppe Zuccatelli, nei giorni successivi al vero e proprio uragano che lo ha travolto. Il nuovo commissario per la Sanità della Regione Calabria era stato chiamato nei giorni scorsi a sostituire Saverio Cotticelli, reo di non aver esercitato la sua funzione nel migliore dei modi durante l’emergenza Covid. Tuttavia il suo successore si è fatto notare presto, e non certo per il suo operato ineccepibile. Il nuovo commissario, infatti, è stato immortalato mentre dichiarava che utilizzare le mascherine per proteggersi dal virus è una “grande fesseria”.

Zuccatelli ha allora deciso di difendersi da quel video, dal quale si è ovviamente dissociato dopo la valanga di critiche e di attacchi ricevuti. Così, come riportano i colleghi del TgR Calabria, il commissario ha parlato in questo modo: “Sull’utilità delle mascherine, nel video che è stato diffuso, ho detto sicuramente una fesseria, ma in quel periodo eravamo nella prima fase della pandemia. Non sono negazionista e non c’è alcun dubbio che le mascherine sono indispensabili, così come lo sono il mantenimento della distanza ed il lavaggio frequente delle mani“.

Zuccatelli non vuol sentire parlare di dimissioni – meteoweek.com

Leggi anche -> Crisanti lancia l’allarme: “Terza ondata Covid se apriremo a Natale”

Leggi anche -> Covid in Calabria, scuole chiuse, una decisione difficile virus invadente

Quello che mi chiedo, comunque, è come mai quel video sia stato fatto uscire subito dopo la mia designazione – ha proseguito Zuccatelli – . Non ci sto, comunque, ad essere martirizzato per un video di 20 secondi. Così come non ci sto ad essere descritto in chiave macchiettistica“. Dunque da una parte c’è la presa di coscienza di aver detto una frase poco felice, specialmente in un momento così critico per la Calabria e per tutta l’Italia. Ma d’altro canto Zuccatelli non si nega la possibilità di pensar male, in merito al tempismo con cui le sue dichiarazioni sono trapelate.

In ogni caso Zuccatelli fa capire di voler portare avanti il suo compito finchè non verrà destituito. E lo ribadisce nel suo ultimo intervento, in cui afferma in maniera ancor più forte l’intenzione di dare il massimo per restituire serenità alla sua gente. “Io sono stato nominato Commissario per la Sanità della Calabria – ha ribadito – , ma senza decreto di nomina, che non mi è stato ancora notificato, non posso svolgere le mie funzioni. Anche se la mia nomina non è ancora operativa ho voluto parlare pubblicamente per i calabresi e per quello che stanno subendo“.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek


Io non mi dimetto spontaneamente dall’incarico per il quale sono stato designato“, ha concluso il commissario. Dunque la telenovela calabrese è destinata a protrarsi ancora nel tempo.