Autocisterna si ribalta ed esplode: morte tragicamente 13 persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:35

In Messico un’autocisterna con rimorchio, che trasportava gas naturale liquefatto, si è ribaltata ed è esplosa ieri sera.

Autocisterna si ribalta ed esplode morte tragicamente 13 persone – meteoweek.com

Una tragedia che ha investito con il fuoco molte persone, portandone via la vita a 13: un’autocisterna con rimorchio che trasportava gas naturale liquefatto si è ribaltata ed è esplosa ieri sera in Messico.

Anche il conducente del mezzo ha perso la vita. Secondo quanto riporta la Abc News, l’incidente è avvenuto su un’autostrada dello Stato di Nayarit, sulla costa dell’oceano Pacifico nell’ovest del Paese: il conducente ha perso il controllo del veicolo, che si è ribaltato per cause ancora da stabilire, ha preso fuoco ed è esploso. L’uomo ha visto la morte in faccia ma non ha potuto fare nulla per fermare gli eventi in corso.

L’esplosione ha investito almeno tre automobili che si trovavano vicine all’autocisterna e le altre 12 vittime sono state trovate carbonizzate ancora nelle vetture. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i soccorsi e le forze dell’ordine che non hanno potuto fare nulla se non cercare di spegnere l’incendio. Le vittime sono tutte morte sul colpo.

Autocisterna si ribalta ed esplode morte tragicamente 13 persone – meteoweek.com

 

Messico: le inondazioni

La notizia ha fatto il giro del Paese che nei giorni scorsi stava già affrontando una sorta di calamità naturale. Le inondazioni avvenute nelle scorse settimane nel Messico sud-orientale sono state particolarmente intense nello stato di Tabasco, causando gravi danni ed anche una invasione di coccodrilli nella capitale di questo Stato, Villahermosa. Molte persone si sono trovati di fronte questi rettili, trovandosi in una situazione di grande tensione. Questi animali vivono nei fiumi della regione, ma lo straripamento di molti di questi, ed in particolare del Río Grijalva che attraversa Villahermosa, hanno causato l’apparizione dei coccodrilli nelle strade cittadine, generando panico nella popolazione che temeva per la propria vita.

Molta gente non ha abbandonato le case, nonostante gli allagamenti, e spesso è costretta ad uscire per cercarsi da mangiare, con il rischio di imbattersi in uno di questi rettili. Un residente ha raccontato al giornale che la presenza dei coccodrilli non è solo nell’acqua, ma anche sulla terra ferma, e ne è prova un esemplare visto davanti all’ingresso dell’emblematico Teatro Esperanza Iris di Villahermosa.

Leggi anche : Calabria, Eugenio Gaudio nuovo commissario. Gino Strada consulente

Coccodrilli in centro città – meteoweek

Non è tutto: il Messico come il resto del mondo, sta affrontando la battaglia al Coronavirus. Nelle ultime 24 ore il Messico ha superato il milione di casi, secondo i dati rilasciati dal Ministero della Salute: sono 1.003.253 le persone che hanno avuto il Covid. Il conteggio dei morti, invece, è stato divulgato dal quotidiano ‘El Universal’: i decessi complessivi sarebbero 98.259, di cui 635 in queste ore. Nei dati diffusi dal Ministero, in merito alla risposta delle strutture sanitarie: il 35 per cento dei letti è occupato, mentre, nel caso di letti con ventilatori meccanici, l’occupazione si riduce al 27 per cento.

Leggi anche: Approvata dal Consiglio dei ministri la legge di bilancio 2021