Lotta all’evasione fiscale: maxi-sanzioni per chi non emette scontrini telematici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:14

Molte novità della Legge di Bilancio 2021 riguardano l’emissione di scontrini telematici. Per coloro che non rispetteranno le nuove regole sul tema oppure non hanno registratori adatti funzionanti sono previste importanti sanzioni.

evasione fiscale scontrini telematici
Nuovi provvedimenti per chi non emette scontrini telematici – meteoweek.com

La bozza del decreto Legge di Bilancio 2021 prevede la riscrittura del sistema delle sanzioni sugli scontrini elettronici. Inoltre, verranno multati anche in modo più severo anche coloro che utilizzano registratori telematici manomessi oppure per coloro che non li utilizzano per qualsiasi ragione. L’obiettivo, infatti, è quello di contrastare l’evasione fiscale in conformità con l’evoluzione tecnologica del settore. Le procedure e gli strumenti utilizzati per la memorizzazione e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi delle imprese, infatti, in questi anni sono molto cambiate.

Le nuove sanzioni per evasione fiscale

Le nuove sanzioni per i trasgressori sono contenute nell’articolo 198,  della bozza della Legge di Bilancio 2021, denominato “Disposizioni in tema di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi“, ed entreranno in vigore a partire dall’1 gennaio 2021. I provvedimenti riguarderanno qualsiasi l’omessa, tardiva o infedele memorizzazione e/o trasmissione dei dati sui corrispettivi. In sostanza qualsiasi forma di violazione che può avvenire sia singolarmente sia cumulativamente. Le trasgressioni nella memorizzazione e nella trasmissione, dunque, verranno trattate in maniera analoga. In caso di violazioni relative a diversi momenti dell’adempimento (memorizzazione e trasmissione), tuttavia, si applica un’unica sanzione.

La sanzione, in uno dei casi sopracitati, sarà pari al 90% dell’imposta. Se l’irregolarità commessa non incide in alcun modo sull’Iva dovuta, tuttavia, si dovrà invece pagare una sanzione fissa pari a 100 euro per ogni trasmissione.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Leggi anche:


I provvedimenti riguardano anche coloro che hanno un registratore non funzionante. Nel caso in cui il malfunzionamento non sia stato segnalato la sanzione amministrativa può andare dai 250 euro ai 2.000 euro. L’obiettivo, infatti, è quello di scovare coloro che manomettono appositamente gli apparecchi per trasmettere dati non veritieri. Multa ancora più salata in caso di mancata installazione del registratore, ovvero di omessa applicazione di strumenti e procedure per la trasmissione telematica: la sanzione prevista va da 1.000 euro a 4.000 euro.