Negazionisti irrompono in un ospedale per “provare che Covid non esiste”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:52

Negazionisti irrompono in un ospedale per “provare che Covid non esiste”. Si sono presentati con tanto di telecamere

Usa Covid Negazionisti-Meteoweek.com

Un gruppo di negazionisti ha tentato di irrompere nel reparto di terapia intensiva di un ospedale di Provo, nello Utah, per provare che il Coronavirus non esiste. Vi sono state anche diverse telefonate da parte di complottisti, che pensano che poiché il parcheggio dell’ospedale è vuoto, questa è la prova che supporta la loro teoria. Nelle chiamate hanno continuato a domandare se “la terapia intensiva è veramente piena“.  Poi, i complottisti hanno tentato di entrare in ospedale con delle telecamere, per riprendere ciò che pensavano fosse una falsità.

Sono cospirazionisti che credono che quello che viene loro detto non sia vero“, hanno spiegato i gestori dell’ospedale Kyle Hansen, “sono determinati a riprendere le prove con le telecamere entrando nella nostra struttura, abbiamo avuto delle persone che hanno mentito con falsi appuntamenti medici ed altre cose”.

Nessuno è riuscito ad accedere, tuttavia, alla terapia intensiva, ma se fossero riusciti nel loro intento avrebbero potuto constatare che la terapia intensiva è piena. “Il Covid 19 è vero e l’ospedale ha registrato un grande aumento del numero dei pazienti con il virus il personale scarseggia e sta facendo straordinari per proteggere la comunità. Noi chiediamo alla gente di unirsi a noi, indossare le maschere, lavarsi le mani, tenere la distanza sociale e stare a casa quando si è malati“.

Impennata di contagi in Utah

Covid Utah-Meteoweek.com

In questi giorni lo Utah ha registrato un importante aumento di contagi, tant’è che gli ospedali dello Stato hanno oltrepassato l’80% delle loro possibilità. Sono parecchi i medici e gli infermieri che si sono ammalati, e talvolta anche deceduti causa Covid.

Leggi anche:–>Abusò di 200 bambini, pedofilo stuprato e ucciso da compagno di cella

Leggi anche:—>Incidente in bici, padre perde la vita giorno prima della laurea del figlio

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Sconvolgente, restando in tema di cospirazionismo, la testimonianza di Dodi Doering, infermiera di una piccola città del South Dakota, che sui social e alla Cnn ha raccontato di pazienti negazionisti che “mentre lottano per respirare, dicono che il virus che non è vero, che vogliono la medicina magica, che dicono che Biden rovinerà l’America, ti insultano e dicono che non devo indossare le protezioni perché loro non hanno il Covid perché non esiste. È come un film dell’orrore che non ha fine”, ha chiosato Doering.