Raoul Bova travolto dalle passioni: l’attore racconta i suoi istinti notturni

Raoul Bova rivela in un'intervista rilasciata ai Lunatici i suoi istinti notturni, rivelazioni inaspettate per il popolare attore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

Attore di successo e oggi anche scrittore Raoul Bova ha rivelato le sue passioni notturne. Intervistato a Rai Radio2 nel corso del format I lunatici il popolare attore ha confessato d’essere una persona che ama molto la notte, è un momento speciale per lui dove si dedica a passioni particolari e anche inaspettate. Bova ha infatti detto che è di notte che gli si scatenano alcuni istinti in particolare quello di mangiare in modo sfrenato.

Raoul Bova Meteoweek

Raoul Bova le notti insonni e inaspettate dell’attore

Dopo aver letto, riflettuto e mangiato senza freni Bova ha raccontato che poi prova a tornare a dormire almeno fino all’alba quando poi torna attivo e comincia a vivere le sue intese giornate: “A volte penso, a volte scrivo, a volte mangio e svuoto il frigorifero una cosa bellissima, perché la notte poi ti genera il mangiare vorace, l’istinto. In linea di massima cerco poi di tornare a dormire una volta mangiato e proseguire fino alle sei, le sette del mattino”.

L’attore ha spiegato la magia di certe notti, soprattutto quelle in cui lavora dove riesce a scambiarsi con i colleghi anche pensieri profondi e privati e pensare che domani è un giorno nuovo: “…momenti romantici, dichiarazioni, attimi in cui stai per diventare papà: quelle notti in cui ti aggiorni che il giorno dopo sarà meraviglioso”. Bova ha da poco debuttato in libreria con un testo Le regole dell’acqua, il nuoto e la vita nato proprio dalla raccolta dei suoi tanti pensieri notturni: “Ti senti solo, escono fuori considerazioni che altro non sono che desiderio di esprimersi, comunicare, condividere.”

Raoul Bova Meteoweek fonte Instagram

Leggi anche ——>Raoul Bova un passato complicato: “Ho avuto la nikefobia

Leggi anche ——>Raoul Bova “Mi hanno nascosto la verità; | La madre morta di Covid

Raoul Bova: “I miei genitori non credevano al mio lavoro d’attore”

Raoul Bova ha anche parlato del suo rapporto con i genitori, non lo hanno mai incoraggiato a fare l’attore avrebbero voluto che scegliesse un lavoro più stabile e sicuro. Bova considerato un sex symbol sin dall’inizio della sua carriera ha rivelato quanto ha faticato a far credere a suo padre e a sua madre che recitare avrebbe potuto dargli da vivere in modo stabile:

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Inizialmente era una cosa futile, non concreta, ai miei tempi era importante il pezzo di carta, il posto fisso, il diploma, l’università, andare in giro con un titolo di studio ti dava importanza. Invece l’attore era l’emblema dell’instabilità, ci sono carriere che iniziano e finiscono con un film solo. Mia mamma mi chiese di continuare a studiare. Facevo l’attore come hobby. Facevo il mio Isef e il cinema come secondo lavoro.”