La tragica scomparsa di Paola Majorana, dj e “voce” di Radio Alfa e Birikina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:31

Qualche anno fa aveva deciso di smettere con la radio, ma nessuno ci aveva creduto veramente, poi la battaglia.

La tragica scomparsa di Paola Majorana, dj e “voce” di Radio Alfa e Birikina – meteoweek

Un dolore incolmabile quello per la scomparsa di Paola Majorana, la dj di Radio Alfa. Non la si vedeva sulla scena da un po’ di tempo, aveva deciso di smettere con la radio. Nella sua vita una nuova battaglia: la malattia, tremenda, e la graduale perdita di contatto con la realtà. Mercoledì si è spenta per sempre a 57 anni. La colpa è stata una condizione degenerativa che l’aveva colpita circa due anni fa: prima le ha portato via il contatto con la realtà, poi la vita. Stamattina la conferma, arrivata dal fratello Michele, agente di polizia in questura di Treviso.

L’uomo ha raccontato: «Paola si era ammalata un paio di anni fa. All’inizio è stata una cosa che abbiamo gestito a casa, l’ho ospitata io. Poi la sue condizioni si sono aggravate e, in deroga all’età, abbiamo trovato un posto all’istituto Menegazzi di Treviso. All’inizio – spiega il fratello, che era anche l’amministratore di sostegno di Paola – la malattia si è manifestata con piccoli sintomi di natura comportamentale, poi Paola ha gradatamente perso cognizione di ciò che la circondava e soprattutto di se stessa. È cominciato un periodo molto difficile per noi familiari. Dieci giorni fa ha avuto problemi respiratori ed è stata attaccata all’ossigeno. L’altra sera è arrivato il peggioramento e la crisi cardiocircolatoria che le è stata fatale». Paola lascia il fratello Michele, la mamma Osanna e le zie Elena, Maria Vittoria e Teresa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Paola aveva trascorso gli ultimi tempi in un istituto – meteoweek

La dj era una voce molto nota agli ascoltatori trevigiani. Aveva iniziato giovanissima a Radio TeleTreviso per passare poco dopo praticamente dall’altra parte della strada, in via Canova, dove aveva la sede Radio Alfa. Il ricordo delle persone che l’hanno conosciuta è molto commosso:
«Erano anni – dice Roberto Zanella, ex patron di Bella&Monella – che non avevo più contatti con lei, da quando Paola aveva lasciato le nostre emittenti per mettersi a fare altro. Ho un ricordo molto particolare di quella ragazza che stava sulle sue ma dal punto di vista lavorativo dava sempre il massimo, con grande puntigliosità in tutto quello che faceva. E soprattutto aveva una grande preparazione». «Era un’eccellente professionista – racconta Barry Mason, deejay che del gruppo fu il direttore nei primi anni del 2000 -. Una voce incredibile e una totale dedizione al suo lavoro, che amava tanto. So che aveva avuto dei problemi ma non ne ha mai parlato con nessuno degli ex colleghi, una forma di ritrosia che era parte del suo carattere forte ma anche molto dolce». I funerali di Paola Majorana si svolgeranno lunedì 23 novembre alle 15 presso la chiesa parrocchiale dell’Immacolata di Treviso.