Napoli piange Maradona, è lutto cittadino. De Magistris: “Stadio avrà suo nome”

Napoli è affranta dalla morte di Diego Armando Maradona. Il sindaco Luigi De Magistris ha proclamato lutto cittadino e ha annunciato che lo Stadio San Paolo verrà intitolato al Pibe de Oro.

maradona
I tifosi del Napoli si sono riuniti in strada nel giorno della morte di Diego Armando Maradona – meteoweek.com

Diego Armando Maradona è morto all’età di 60 anni. Soltanto dieci giorni fa l’ex attaccante argentino si era sottoposto ad un delicato intervento per la rimozione di un coagulo di sangue al cervello. L’operazione era riuscita e il Pibe de Oro sembrava essere fuori pericolo. Quest’oggi, tuttavia, mentre si trovava nella sua casa a Tigre, dove stava trascorrendo il periodo di convalescenza, ha avuto una grave crisi cardio-respiratoria che ne ha causato il decesso. La notizia, diffusa nel pomeriggio dai media argentini, ha sconvolto l’intero mondo del calcio e non solo.

L’intera Napoli, sua seconda città, piange la scomparsa di un giocatore che, per sette lunghissimi anni, ha venerato come un Dio. Nella sua permanenza nella squadra partenopea, dal 1984 al 1991, il Pibe de Oro ha regalato agli azzurri due scudetti, una Coppa Uefa e una Supercoppa italiana. Gioie che i tifosi non hanno mai dimenticato. L’amore tra Diego Armando Maradona e il popolo napoletano è infinito, tanto da andare oltre la morte. In tanti lo stanno dimostrando in queste ore.

L’omaggio di Napoli a Maradona

Nonostante le restrizioni dettate dall’emergenza Coronavirus in tanti sono scesi in piazza, soprattutto nei quartieri spagnoli, per onorare la memoria di Diego Armando Maradona. Sventolano le bandiere, cantano i cori. Il Napoli, in segno di lutto, ha tinto di nero il suo logo.

È morto Diego Armando Maradona, il più immenso calciatore di tutti i tempi. Diego ha fatto sognare il nostro popolo, ha riscattato Napoli con la sua genialità. Nel 2017 era divenuto nostro cittadino onorario. Diego, napoletano e argentino, ci hai donato gioia e felicità! Napoli ti ama!“, ha scritto il sindaco Luigi De Magistris su Twitter. Poi ha proposto: “Intitoliamo a lui lo stadio San Paolo“. Per la giornata di domani, intanto, è stato proclamato il lutto cittadino.

maradona de magistris
Diego Armando Maradona insieme a Luigi De Magistris, sindaco di Napoli – meteoweek.com

De Luca: “Addio a un grande uomo”

Anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha reso omaggio sui social a Diego Armando Maradona, pubblicando una foto in cui si stringono la mano.

Unico, irripetibile genialità, il più grande di tutti, il più amato di tutti. Un grande uomo di calcio, un grande uomo di sport che prima del mondo intero, ha fatto innamorare Napoli perché di slancio e senza ipocrisia ha saputo scoprirne e interpretarne l’anima. Ha contribuito a riaccenderne l’orgoglio, unendo generazioni che lo hanno saputo amare, capire e anche perdonare“, ha scritto il governatore.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

I saluti del mondo del calcio

Non mancano, ovviamente, i messaggi di cordoglio dagli esponenti del mondo del calcio. In primis, quelli del Napoli. Il capitano degli azzurri, Lorenzo Insigne, ha mostrato profonda tristezza di fronte alla scomparsa dell’eterno numero dieci.

Dal primo giorno in cui sei arrivato nella nostra amata Napoli, sei diventato un Napoletano doc. Hai dato tutto per la tua gente, hai difeso questa terra, l’hai amata. Ci hai regalato la gioia, i sorrisi, i trofei, l’amore. Sono cresciuto sentendo i racconti della mia famiglia sulle tue gesta, vedendo e rivedendo le tue infinite partite. Sei stato il più grande giocatore della storia, sei stato il Nostro Diego. Ho avuto la fortuna di incontrarti, parlarti, conoscerti e non ti nego che mi tremavano le gambe. Per me hai sempre avuto belle parole, parole di conforto che non potrò mai dimenticare e che custodirò per sempre dentro di me. Da tifoso, da Napoletano, da Calciatore: Grazie di tutto D10S. Ti ameremo per sempre“, ha scritto.

maradona
L’ultimo abbraccio di Napoli a Diego Armando Maradona – meteoweek.com

Leggi anche:


Anche Corrado Ferlaino, presidente del Napoli nel corso dei sette anni in cui Diego Armando Maradona vestì la maglia azzurra, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, ha voluto dedicare un pensiero all’argentino. Non riesce, tuttavia, ancora a credere alla notizia. “Sono distrutto, mi dispiace molto. Maradona ha dato molto al Napoli, anche a me da un certo punto di vista. Non ho parole, non saprei cosa dire. Sono andato a trovarlo in Argentina quando stava male, è stato male parecchie volte ma ha sempre sperato le crisi. È una cosa arrivata improvvisamente. I giornali dicevano che stava meglio”, ha detto

Commovente il ricordo degli inestimabili e irripetibili traguardi raggiunti insieme. “Io sono napoletano e come tutti i napoletani siamo molto emozionati, piangiamo, perché è stato molto per Napoli e per il Napoli. Maradona è stato un fuoriclasse, un genio, e ai geni non si può chiedere anche di essere uomini comuni. Maradona non era un uomo comune, perché non era un giocatore comune. Aveva grandi responsabilità e forse non è riuscito a portarle avanti, le ha subite. A Napoli ha dato due scudetti. Io non so se il Napoli vincerà ancora scudetti, ma per ora gli unici due vinti li ha vinti negli anni di Maradona“.