Maradona, giallo. Nuovi retroscena, infermiera: “Cadde e batté la testa”

Diego Armando Maradona è morto la settimana scorsa e tutti stanno piangendo per la sua scomparsa. Non è ancora chiaro come sia potuto accadere, ma tanti sono i punti oscuri della vicenda. Un’infermiera, per esempio, ha fatto delle rivelazioni del tutto inaspettate. Ecco di cosa si tratta.

Diego Armando Maradona - Meteoweek
Diego Armando Maradona – Meteoweek

Maradona, giallo. Nuovi retroscena

Gisele Madrid è l’infermiera che si occupava dell’ex campione. Ha dato un piccolo dettaglio riguardo la convalescenza di Diego al suo avvocato. In pratica ha raccontato che una settimana prima di morire è stato vittima di una caduta nella sua abitazione. Ha battuto la testa, ma non è stato portato in ospedale per una risonanza magnetica. Inoltre ha detto di essere stata licenziata dall’ex calciatore senza un motivo ben preciso. Prima di andare via, ha solo chiesto ai familiari di controllare che assumesse tutti i farmaci prescritti dal medico.

Una battaglia legale

Ha subito avuto inizio la battaglia legale ai danni di Leopoldo Luque, ovvero il medico personale dell’uomo. È stato incolpato di omicidio colposo dalla procura di San Isidro. La sua colpa sarebbe stata quella di negare l’assistenza specialistica e infermieristica giorno e notte a Maradona. Non ha esitato a replicare, sostenendo che senza una relazione dettagliata non poteva dare un simile trattamento sanitario a un paziente. Ha aggiunto anche che il paziente non aveva alcuna intenzione di andare in ospedale, in quanto avrebbe preferito morire tra le mura domestiche. La famiglia dell’argentino non crede alla versione di Luque. La moglie Claudia Villafane e le figlie Dalma e Giannina vogliono avere giustizia, anche perché il medico non ha voluto che lo vedessero.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Maradona in campo - meteoweek
Maradona in campo – meteoweek

Leggi anche ->Chi è Massimo Cannoletta, il campione de L’Eredità: laurea, lavoro, vita privata, moglie

‘Era ingestibile’

In base a quanto detto dal medico, Maradona ha vissuto gli ultimi momenti della sua vita lontano dai parenti per volontà sua. Non era nello stato adatto per incontrare le persone. L’avvocato di Maradona, Matias Morla, si è scagliato contro ciò che è stato detto. Infatti ci sono tanti punti non chiari della faccenda. Ragion per cui indagherà per far saltare fuori la verità.

Leggi anche -> Sophie Codogni, la tronista esplosiva in costume: lo scatto bomba