Il “videomessaggio” di Gigi Proietti: “Buon Natale a tutti” | Il commovente saluto che oggi è un pugno nello stomaco

Gigi, oggi è un mese che non ci sei più. Che vuoto incolmabile che hai lasciato… e quante meraviglie ci hai donato!

Il mondo ha solo un unico sapore adesso, ed è quello della nostalgia, della mancanza di ciò che eri capace di donarci. Tu: con la tua arte immensa, con la tua cultura impressionante e che spesso riusciva ad impressionare persino te stesso.

Adesso, il mondo ha solo un’impressione: quella della tristezza. In questo 2020, più che mai, servivi tu, fino alla fine. Servivi tu a dare speranza e servivi tu a farci sorridere. Ma adesso? Caro Gigi, adesso non ci sei. E sembra vano anche solo parlarne. Per questo, eccoti qui di nuovo, in questo videomessaggio che inconsapevolmente hai lasciato a tutti noi. Siamo stati la tua famiglia e ora, riuniti attorno a un tavolo, ti guardiamo parlare.

Facciamo silenzio, adesso. Ascoltiamo solo te.

Gigi Proietti ha un messaggio per tutti noi: niente “mortorio”, solo allegria. E’ Natale.

Era il 2013 e Gigi Proietti ha preso parte al famosissimo film ‘Indovina chi viene a Natale?‘ diretto da Fausto Brizzi. Il grandissimo attore romano interpretava il capo della famiglia che, dopo una lunga malattia, ha lasciato tutti all’improvviso. E’ la cena di Natale, e i suoi parenti ritrovano un dvd nel quale l’uomo aveva girato, prima di morire, il suo ultimo videomessaggio destinato a tutta la famiglia.

La scena sembra quasi surreale ma, adesso, è più reale che mai. Gigi è ancora qui, Gigi è ancora con noi.

Leggi anche —-> “Gigi Proietti? Un pezzo di storia che se ne va”: Roma ricorda l’attore con lo street art

Buon Natale! Buon Natale a tutti, ai figli, ai nipoti, agli infiltrati, a tutti. Buon Natale. Cos’è questo mortorio? Avete visto un morto? Forza sù, Buon Natale. Siete sorpresi? Sapete, quando ho saputo che non avrei passato l’estate la notizia non mi ha fatto molto piacere, però mi sono detto: Voglio passare l’ultimo Natale con la mia famiglia. Vi devo dire alcune cose. Prima di tutto: io sono stato un padre distratto ed egoista. Sono un tipo capoccione e mi ci è voluta una vita per capirlo“.

Dopo aver parlato ‘privatamente’ con ogni componente della famiglia, l’uomo richiama infine sua moglie, l’amore della sua vita: “Emma, amore mio…“, dice con gli occhi colmi di tenerezza.

Proprio con quello sguardo, Gigi Proiettici ha lasciati per sempre. L’ha fatto in punta di piedi, ma facendo rumore. Che contrasto immenso, la sua perdita! Se adesso tu fossi diventato un angelo, siamo del tutto certi che saresti il comico in quel cielo che tanto ci fa paura. A volte, udiamo addirittura la tua risata. E poi tu che ci dici: “Cos’è questo mortorio? Buon Natale!“.

Leggi anche —-> Gigi Proietti, la vita privata: la compagna Sagitta Alter, le figlie Susanna e Carlotta

E allora Gigi, ora che siamo tutti attorno a un tavolo, e tu ci guardi sorridendo, eccola la nostra promessa: canteremo insieme a te. E tu sarai finalmente e straordinariamente felice.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Anche se quaggiù, in questo mondo spesso triste, ci manchi più che mai.