Luciana Littizzetto VS Wanda Nara: il femminismo che non ha paura di sbagliare

Lo sappiamo tutti, Luciana Littizzetto non risparmia nessuno. Questa volta la sua lingua pungente ha colpito Wanda Nara, che ha ben deciso di dichiarare guerra (legale) alla comica. Violenza, sessismo, volgarità: sono queste le accuse che le vengono imputate e non sembrano essere affatto previsti sconti di pena. Condannata dal pubblico, biasimata dalle femministe, il verdetto appare inequivocabile: colpevole!

Luciana Littizzetto VS Wanda Nara

Lucianina, ma che hai combinato? Proprio tu, sempre così composta, così sobria, così pacata. Da te non ci saremmo mai aspettati battute del genere. Tu sei l’emblema del mai fuori luogo, del mai politicamente scorretto, del mai dissacrante.
Se la pensate così, probabilmente di Luciana Littizzetto conoscete solo il nome.

Irriverenza, sarcasmo, impertinenza: ecco chi è Luciana Littizzetto. Una donna che ha avuto il coraggio di rendere la comicità femmina e che ha preteso il diritto di deridere e sbeffeggiare alla pari di un maschio. Una cabarettista che non ci pensa due volte a fare degli uomini una pallina da ping-pong che sta al gioco delle sue battute. Un’umorista che da sempre strappa il sesso dalla bocca degli altri e lo dà in pasto alle puellae: perché sì, anche noi diciamo e facciamo “cose sconce”. Ma soprattutto una comica che ha sempre fatto dell’ironia la sua arma vincente, proiettandola sugli altri e su di sé come un riflettore multicolor. E in certi casi è riuscita addirittura a trasmettere questo potere a chi le è passato vicino. Basta guardarla accanto a Fabio Fazio per rendersene conto, o seguire i suoi duetti con Belen che, senza prendersi troppo sul serio, sorride di se stessa e non manca mai di rispondere a tono.

Luciana Littizzetto

Allora, di fronte a un personaggio con queste fattezze, la violenza diventa ironia pungente, il sessismo viene capovolto e la volgarità, beh, quella rimane tale. A tutti viene facile la battuta sconcia, eppure la Littizzetto ce la presenta nella sua schietta semplicità, riducendo il sesso a fatto normale qual è.

LEGGI ANCHE: La lezione di inclusività che non ci saremmo mai aspettati dal Grande Fratello

La battuta su Wanda Nara era così necessaria? Probabilmente no. È giusto cavalcare quell’onda maschilista che mercifica il corpo femminile? Assolutamente no. Ma non si può dire che Luciana Littizzetto non abbia fatto nulla per l’emancipazione delle donne. Forse dovremmo concentrarci di meno sui suoi sbagli in televisione (chi non ne fa?) e riconoscerle il merito di averci restituito un linguaggio che per troppo tempo è appartenuto soltanto a una parte della società… e neanche la più numerosa.