Covid non si arresta: individuati primi casi in Antartide

Covid non si arresta: individuati primi casi in Antartide. 36 persone contagiate, tra membri dell’esercito cileno e addetti alla manutenzione

Covid Antartide-Meteoweek.com

Il Covid è giunto fino in Antartide, per molto tempo unico continente senza contagi. Si sono registrati i primi 36 positivi, ossia 26 membri dell’esercito cileno e 10 addetti alla manutenzione che lavorano nella stazione di ricerca cilena Generale Bernardo O’Higgins, 30 km a sud del punto più a nord della penisola.

A comunicarlo l’esercito cileno che ha precisato che anche 3 membri dell’equipaggio di una nave che dà sostegno alla base sono positivi, al ritorno dalla loro missione in Antartide. I 36 positivi sono stati portati a Punta Arenas, in Cile, e messi in quarantena. Secondo le fonti, sarebbero in buone condizioni.

Leggi anche:—>Casa di riposo lager, inaudite vessazioni su anziani: Ti lego come un cane

Nei mesi scorsi, quando è esplosa la pandemia, in Antartide sono stati sospesi tutti i principali progetti di ricerca. Nel continente, in cui non vi sono persone che risiedono in modo permanente, sarebbero rimaste più o meno mille persone. Secondo un documento del Council of Managers of National Antarctic Programs, un virus così contagioso come il Covid nell’estremo Antartide, dove sono pochissime le opportunità di ricevere cure mediche, le conseguenze potrebbero essere “catastrofiche“.