Matilde Gioli caschetto nero e corto | L’attrice di Doc più sexy che mai

Reduce dal successo Doc nelle tue mani dove recita accanto a Luca Argentero Matilde Gioli è una delle attrice più promettenti del panorama italiano. Bellezza particolare, occhi che incantano Matilde è sicuramente un’artista completa che nel corso degli ultimi anni ha saputo dimostrare d’essere talentuosa, appassionata e dedita al suo lavoro in modo professionale e non solo.

Matilde Gioli Meteoweek

Matilde Gioli tante donne, tanti personaggi

Sul suo account Instagram Matilde è solita condividere momenti della sua vita lavorativa e in alcuni casi anche quelli privati. In questi giorni la dottoressa di Doc, Giulia, ha pubblicato alcuni scatti dei suoi lavori: l’attrice ha celebrato alcuni dei personaggi femminili che ha interpretato ricordando dettagli di scenda di ognuno, ma soprattutto dando un nome e un’identità a ogni donna di riferimento. Ad esaltare i followers è stato soprattutto il post dove interpreta Melissa. Caschetto corto nero, trucco da vamp Matilde nei panni di Melissa è sicuramente lontana dal suo modo d’essere eppure la sua bellezza e il suo talento non sono passati inosservati.

Decisamente sexy e sensuale Matilde alias Melissa è bellissima e per questo ha ricevuto i complimenti di tanti fans che non hanno potuto fare a meno d’apprezzare il cambiamento decisamente molto positivo. La Gioli sarà sicuramente nel cast della prossima edizione di Doc nelle tue mani, il ruolo di Giulia le appartiene e ha sviluppato una certa empatia con i medici.

Matilde Gioli fonte Instagram

Leggi anche–>Matilde Gioli incanta in abito da sposa: l’attrice di Doc come non l’avete mai vista

Leggi anche–>Matilde Gioli pubblica foto con capelli riccissimi, i fan notano il dettaglio

Matilde Gioli: “Non donne dovremmo essere libere…”

Intervistata dal magazine FMatilde Gioli ha espresso la sua posizione in merito al caso Genovese,l’imprenditore accusato di avere violentato una diciottenne durante una festa nella sua casa milanese. L’attrice rivendica il diritto di ogni donna d’essere libera di scegliere senza paura di diventare prede, poi definisce Genovese un vero e proprio predatore:

“Ho frequentato la mia parte di feste e ho bene in mente gli uomini come lui, con quell’atteggiamento disgustoso e viscido. Si chiamano predatori. Noi donne dovremmo essere libere di andare alle feste che vogliamo, e di divertirci come vogliamo, senza la paura di diventare prede.” Per Matilde il problema è soprattutto culturale, viviamo ancora in una società troppo maschilista.