Donna morta a Montecassiano, la 78enne aveva chiamato il Centro Antiviolenza

Continuano le indagini sulla morte di Rosy Cassetti, la 78enne trovata morta in casa la vigilia di Natale. Si segue la pista delle tensioni in famiglia

morta-in-casa-montecassiano
I carabinieri sulla scena del crimine

Rosina Cassetti, la pensionata di 78 anni trovata morta in casa a Montecassiano la sera della vigilia di Natale aveva preso contatto con il Centro Antiviolenza “Sos donna” di Macerata, fissando un appuntamento per martedì prossimo con un legale.

Un elemento che consolida l’ipotesi che la morte della donna, per la quale la Procura di Macerata ha aperto un fascicolo per omicidio, possa essere legata a tensioni in famiglia. Secondo la ricostruzione fornita ai carabinieri dai familiari che abitano con lei, invece, Rosy Cassetti sarebbe morta durante una rapina in casa; mentre è stata scartata fin da subito l’ipotesi del malore.

morta-in-casa-montecassiano
Fonte: pagina Facebook Centro Antiviolenza “Sos donna” Macerata

LEGGI ANCHE: 94enne chiama i carabinieri: “Sono solo, venite per il brindisi?”

I familiari della 78enne hanno infatti raccontato che quella sera sarebbe entrato in casa un uomo, il quale avrebbe chiuso in bagno il marito della donna. Vittima del rapinatore anche la figlia che sarebbe stata presa a schiaffi. Dopo la fuga del malvivente, è avvenuta la tragica scoperta. Il nipote, rientrato a casa, li avrebbe liberati. L’intervento del 118 è stato immediato, ma i tentativi di rianimarla sono stati inutili.