Uccide la madre durante il pranzo di Natale, poi balla accanto al cadavere

A commettere l’atroce delitto un 23enne di Springville, Utah, Usa. Il giovane ha agito di fronte alla sorella 14enne.

Ha sparato alla madre, uccidendola, durante il pranzo di Natale e poi ha ballato con la sorella, con il cadavere della donna ancora a terra. E’ avvenuto a Springville, Utah, negli Stati Uniti. Un ragazzo di 23 anni avrebbe puntato una pistola sulla madre Victoria Ramirez, 43 anni, e l’avrebbe uccisa sparandole al collo. Il giovane e la madre stavano festeggiando il Natale, pranzando insieme ad un altro fratello ed alla sorella 14enne quando si è consumata la tragedia.

Leggi anche: Covid, dottoressa malata denuncia:«Non mi curano bene perché nera»

Particolare ancora più macabro ed incomprensibile, pare che dopo aver ucciso la donna il ragazzo abbia per mano la sorella per poi ballare insieme. A denunciare i fatti è stato un altro fratello della ragazza, un 17enne che ha assistito alla scena e ha allertato i soccorsi. Subito dopo la sparatoria il secondo fratello è corso in bagno, si è chiuso dentro ed è riuscito a scappare dalla finestra per cercare aiuto.

Un’immagine del presunto assassino diffusa dalla polizia di Springville

LEGGI ANCHE: Perde il lavoro e torna dai suoi: il padre lo chiude in soffitta senza cibo né acqua

Al momento dell’arrivo della polizia la 14enne era in condizioni di alterazione: sembrava assente e ha negato che la donna morta fosse la madre. Il fratello di 17 anni, che ha avvisato le forze dell’ordine, avrebbe rivelato che l’altro fratello, quello maggiore, avrebbe fatto fumare alla sorella della droga, assumendola anche lui: proprio l’uso di stupefacenti potrebbe aver alterato il suo stato psichico. Il fratello maggiore, il presunto autore del delitto, si è rifiutato di parlare con la polizia.