Categorie
Estero

Covid, dottoressa malata denuncia:«Non mi curano bene perché nera»

Susan Moore, dottoressa, è morta a causa di alcune complicazioni del Coronavirus. La donna dopo aver contratto il virus è stata ricoverata all’Indiana University North Hospital. E’ da qui che lancia una pesante accusa ai suoi colleghi.

Susan Moore

La denuncia

In un video pubblicato sul proprio profilo Facebook, infatti, Susan Moore ben consapevole del suo complesso quadro clinico afferma: «Spero di essere trasferita in un altro ospedale. Non mi fido dell’Indiana University North Hospital. Questo è il modo in cui i neri vengono uccisi, rispedendoli a casa nonostante fossero malati e abbandonati a loro stessi».

LEGGI ANCHE: Perde il lavoro e torna dai suoi: il padre lo chiude in soffitta senza cibo né acqua

La dottoressa ha raccontato che i medici dell’ospedale, tutti bianchi, non le avrebbero somministrato i farmaci di cui necessitava e che veniva trattata da loro con sufficienza e scetticismo. Susan Moore è tornata in ospedale poche ore dopo essere stata dimessa perché le sue condizioni erano peggiorate. Il secondo ricovero, però, è avvenuto in un’altra struttura ospedaliera. Qui, racconta la dottoressa, i suoi colleghi erano d’accordo con il fatto che le sue dimissioni sono state date troppo in fretta. «Mi stanno curando per una polmonite batterica e per una polmonite da Covid. – dice – Sto ricevendo terapie adeguate e antidolorifici». Le cure e il ricovero in terapia intensiva, però, non sono bastati e Susan Moore è morta poco dopo.