Categorie
Cronaca

Scopre di essere positivo al Covid e si spara alla testa: gravissimo il pensionato

Scopre di essere positivo al Covid-19 e si spara alla testa: finito all’ospedale in gravissime condizioni, un pensionato romano di 84 anni. A ritrovarlo in una pozza di sangue sua moglie.

positivo covid si spara - meteoweek
foto di repertorio – positivo covid si spara – meteoweek

La pandemia di Covid-19 sta provocando gravissimi effetti collaterali in numerosi aspetti della nostra vita – dall’economia alla salute della nostra psiche. Stress, depressione, stati di ansia sono tra i sintomi che possono scatenarsi a causa di questa difficile situazione, soprattutto nelle persone più fragili. Come nel caso di un uomo di 84 anni, che la sera di Santo Stefano, dopo aver scoperto di essere risultato positivo all’infezione da Covid-19, ha cercato di togliersi la vita con un gesto estremo. Si è puntato la pistola alla testa, ha premuto il grilletto e ora le sue condizioni sono disperatissime.

Tenta il suicidio, pensionato in gravissime condizioni 

Come riportato da Il Messaggero, la tragedia si è verificata la sera di Santo Stefano, in una villetta dell’Axa, nel X Municipio di Roma. Il pensionato aveva appena saputo di essere stato contagiato dal coronavirus, e avrebbe per questo motivo deciso di togliersi la vita. Presa la pistola che aveva in casa, non ha avuto remore nel premere il grilletto e spararsi alla tempia. Il tonfo di quel corpo caduto, però, ha attirato l’attenzione di sua moglie, che corsa nella stanza in cui il marito si è giustiziato, se l’è ritrovato privo di sensi, in una pozza di sangue, e con una vistosa ferita alla testa.

Immediata la chiamata disperata ai soccorsi, che sono intervenuti tempestivamente presso l’abitazione dei due coniugi. La donna avrebbe raccontato ai medici del 118 di aver sentito suo marito cadere a terra, un incidente che gli avrebbe fatto battere rovinosamente il capo. Tuttavia, portato d’urgenza all’ospedale Grassi, la versione della donna è stata rivalutata.

LEGGI ANCHE: Coinquilini morti, a tradirli la stufetta che usavano per scaldarsi: ipotesi della fuga di gas

Gli accertamenti effettuati dai medici, infatti, hanno permesso di scoprire che in realtà la lesione è sta provocata da un proiettile, che l’anziano si è sparato poco sopra l’orecchio sinistro. A confermarlo è stata la Tac, ma durante gli altri esami all’uomo è stata riscontrata la positività al Covid-19 e una polmonite già in corso. Il personale medico sta tuttora cercando di salvargli la vita, dato che le condizioni del pensionato sono disperate.

LEGGI ANCHE: Catturato il super boss latitante Antonio Di Martino: ricercato da due anni, finisce in carcere

La pistola, riportano le fonti, era regolarmente denunciata e apparteneva all’anziano. Gli inquirenti l’hanno ritrovata sotto il letto, dove è probabilmente finita dopo lo sparo e la caduta dell’uomo. Per le autorità si tratta di un caso di suicidio, anche se dalle ricostruzioni offerte dalla moglie, nessun campanello d’allarme aveva fatto presagire, nelle ore precedenti alla tragedia, un epilogo così estremo.