Giovane idraulico muore a 23 anni nel suo appartamento: ritrovato sul pavimento dal cognato

Paolo Montauti muore a soli 23 anni nel suo appartamento a Marina di Campo, nell’Elba. A ritrovare il suo corpo privo di vita è stato il cognato. Lutto in tutta la comunità, che conosceva e tanto apprezzava il “gigante buono” amante del mare.

Paolo Montauti - meteoweek
il 23enne Paolo Montauti – meteoweek

Tragedia quella avvenuta nei giorni scorsi a Marina di Camponell’Elba. Il corpo senza vita di Paolo Montauti, giovane idraulico del posto di soli 23 anni, è stato ritrovato nel suo piccolo appartamento in via degli Artigiani, vicino alla zona industriale della frazione La Pila. A rinvenire il cadavere è stato il cognato, che l’ha trovato riverso sul pavimento di casa. Il decesso pare sia accaduto per cause naturali – le fonti riportano un malore dovuto a un infarto o ad altre patologie di tipo cardiaco.

Un infarto ha strappato la vita a Paolo Montauti

Paolo Montauti era un ragazzo molto conosciuto e amato aMarina di Campo, località presso la quale lavorava come idraulico nell’impresa di famiglia gestita proprio da suo padre. Il giovane viveva da solo in quel piccolo appartamento di via degli Artigiani, attiguo a quello dei suoi famigliari. Aveva passato una domenica come tante, insieme alla sua ragazza. Rientrato in tempo per il coprifuoco, la sua famiglia lo aveva sentito mentre era intento a giocare alla PlayStation, prima di coricarsi e mettersi a dormire. Ad aspettarlo di lunedì c’era un pranzo con i suo cari, occasione alla quale però il 23enne era stranamente mancato.

LEGGI ANCHE: “È stato cattivo”, bimbo di 4 anni rimane senza regalo di Natale della scuola

Come spiegato da Elba Report, preoccupato da tutte quelle ore di silenzio, ad entrare nella sua abitazione è stato poi il cognato. Ed è stato proprio lui a trovarlo riverso a terra, nella zona notte e poco distante dal letto, privo di vita. Scattato immediatamente l’allarme, arrivato ai soccorsi intorno alle 13 di lunedì 28 dicembre. Per il giovane, però, era ormai troppo tardi, la tragedia si era ormai concretizzata.

LEGGI ANCHE: Non torna per le vacanze di Natale, 28enne sparisce da Barcellona: finito in carcere in Marocco

Inutili gli interventi dei soccorritori della Pubblica Assistenza di Campo e della Croce Verde di Portoferraio, che hanno provato in tutti i modi a rianimare Paolo. Secondo quanto ricostruito, il giovane avrebbe avuto un malore improvviso, probabilmente un infarto. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Campo nell’Elba, che hanno informato il magistrato di turno. Nel frattempo, la salma del 23enne è stata portata nella sala mortuaria dell’ospedale di Portoferraio, e rimane a disposizione dell’autorità giudiziaria, nel caso in cui il pm abbia intenzione o meno di disporre dell’esame autoptico.