“Ho impostato male il navigatore” e l’evaso finisce a Trieste

Doveva raggiungere Roma partendo da Aosta, per espiare una pena residua di un anno e sette mesi in regime di detenzione domiciliare ma è stato fermato dai Carabinieri a Trieste e lì è stato arrestato per evasione.

È accaduto ieri pomeriggio durante un servizio di retrovalico svolto nei pressi di Fernetti dai Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Aurisina. A bordo dell’auto fermata vi era un giovane cittadino romeno di 27 anni, che ha domandato se si trovasse già a Roma, suggerendo dunque di essersi sbagliato ad impostare il navigatore dell’auto.

LEGGI ANCHE: Prendono a calci l’auto di dottoressa e infermiera: “Dovete dirci chi è la donna positiva al Covid”

Dopo i dovuti accertamenti è poi emerso che il giovane era uscito dalla casa circondariale di Aosta poche ore prima e che avrebbe dovuto raggiungere la sua residenza a Roma. Alla guida dell’auto c’era il fratello 30enne, sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a Roma, in compagnia della moglie. Il 27enne è stato portato in carcere a Gorizia, mentre i due parenti sono stati denunciati per favoreggiamento.